Analisi giornaliera

i trend delle valute principali

I Nostri Video

I nostri video sul trading

La strategia di base

Articoli strategici di livello base

Introduzione al FOREX

articoli per principianti

Wall Street

notizie dai mercati economici

Introduzione al FOREX »

ALCUNI CONCETTI BASE DEL FOREX

|
opzioni binarie

La parola forex significa Forex Exchange Market, ovvero una piazza mondiale dove vengono scambiate in continuazione valute di tutto il mondo da parte di operatori finanziari e commerciali.
Oltre a questa definizione ce ne sono però altre che rappresentano la base di questo mercato e che necessariamente devono essere comprese prima di cominciare ad operare.
Ad esempio è consuetudine distinguere le valute cosiddette majors dalle esotiche. Le prime sono quelle con maggiore liquidità e maggior interscambio commerciale come ad esempio il Dollaro Usa, l’Euro, la Sterlina inglese, lo Yen giapponese.
A queste vengono poi affiancate valute che stanno in seconda fascia come il Dollaro australiano, il Dollaro canadese e il Franco Svizzero.
Le valute esotiche sono invece rappresentate solitamente da quelle divise emergenti come Rublo russo, Yuan cinese, Real brasiliano o da quelle divise minori poco scambiate sul mercato (ad esempio qualche anno fa andava di moda la Corona islandese).
Un termine che appartiene solo al mondo del forex è poi il pip.
Il pip rappresenta la classica unità di misura con cui vengono espressi i prezzi sul mercato forex. Il pip (o Price Interest Point) rappresenta il minimo movimento che può essere effettuato da una coppia di valute e generalmente è l’ultima cifra decimale, cioè la quarta, indicata dopo la virgola (0,0001) in un currency cross. A questa regola fanno eccezione alcune valute come ad esempio il Jpy in cui il pip è rappresentato dalla seconda cifra decimale (0,01) dopo la virgola.
Facciamo un esempio per chiarire il concetto.
Se EurUsd quota 1.2550, una variazione dopo 10 minuti a 1.2570, rappresenta una variazione al rialzo di +20 pips da parte di EurUsd.
Prendendo invece un rapporto di cambio UsdJpy che quota 107.50, una variazione dopo 10 minuti a 107.20, rappresenta una variazione al ribasso del cross di -30 pips.
Ma perché è cos’ importante il pip? Perché da questa unità di misura possiamo partire nelle varie simulazioni di calcolo del profitto o della perdita potenziale che potrebbe verificarsi nell’operazione di trading che andremo a strutturare; il pip è perciò fondamentale per la gestione del trade con le moderne tecniche di money management.
Vediamo adesso un altro concetto che sta alla base del forex.
Solitamente la prima valuta di un rapporto di cambio è sempre la valuta di base pari a 1.
Nei rapporti di cambio UsdJpy, UsdChf, UsdNok, UsdCad, ecc… ad 1 Dollaro Usa corrispondono X Jpy, X Chf, X Nok o X Cad.
Vedere sul monitor una quotazione di UsdCad di 1.0250 significa che per 1 Dollaro Usa vengono consegnati 1.0250 Cad.
Nel forex esistono però delle eccezioni a questa regola; NZD, AUD, GBP e EUR sono infatti quelle valute speciali che esulano da ciò che abbiamo detto in precedenza.
Nei rapporti di cambio NzdUsd, AudUsd, GbpUsd e EurUsd, il Dollaro Usa non è la valuta base e quindi un rapporto di cambio EurUsd di 1.2550 significa che per 1 Euro vengono consegnati 1.2550 Dollari Usa.
La tabella che segue sintetizza tutti i concetti finora enunciati.

Scarica la nostra guida al Forex

Inserisci una mail valida e ricevi in pochi istanti il PDF nella tua casella di posta

Guida al forex
Inserisci la tua Email per ricevere la Guida


Analisi giornaliera e pivot points 21 Novembre 2014

|
pivot-points-21-11-14

Euro / Dollaro

Il cross EUR/USD rimane in un trend rialzista da 1.2358 ed il calo da 1.2599 potrebbe essere visto come la consolidazione del trend ribassista. Il supporto si trova sulla linea di trend del …

Segnali di acquisto e vendita del MACD

|
Macd bande di Bollinger vendita

Quindi come si può utilizzare il MACD per ottenere segnali performanti? Bene i segnali sono essenzialmente due:
Avrai un segnale di acquisto (apertura posizione long) quando la media mobile veloce buca quella lenta dal basso verso …

Perché utilizzare il MACD nel trading forex

|

Ci sono a disposizione veramente tante metodologie possibili per guadagnare con il forex trading, quasi tutte sono basate sugli indicatori di trading ed è giusto che sia così perchè nella maggior parte dei casi è …

Analisi giornaliera e pivot points 20 Novembre 2014

|
pivot-points-20-11-14

Euro / Dollaro

Il movimento al rialzo del cross EUR/USD da 1.2358 si è esteso fino ad un massimo di 1.2599. Finché la linea di supporto tiene il trend potrebbe continuare fino a 1.2650. Ad ogni …

Guadagnare con le opzioni binarie subito

|

Le opzioni binarie spopolano orami da diversi anni sul web, stanno diventando sempre più lo strumento finanziario di punta di chi fa trading on line, questo non è un caso, il successo di un qualcosa …

Analisi giornaliera e pivot points 19 Novembre 2014

|
pivot-points-19-11-14

Euro / Dollaro

Il cross EUR/USD rimane sopra alla linea di trend rialzista sul grafico a 4 ore e pertanto in un trend al rialzo da 1.2358. Finché la linea di supporto tiene il prossimo target …

Analisi giornaliera e pivot points 18 Novembre 2014

|
pivot-points-18-11-14

Euro / Dollaro

Il movimento al rialzo del cross EUR/USD si è esteso fino a 1.2577. Potrebbe esserci un ulteriore rialzo verso 1.2600. Il supporto si trova sulla linea di trend del grafico a 4 ore …

LA DIFFERENZA TRA FARE TRADING SUL FOREX O SULLE OPZIONI BINARIE

|
Mercati finanziari

Molto spesso le opzioni binarie sono equiparate in modo superficiale al forex trading, ma in realtà i due tipi di investimento sono completamente diversi.
Le valute infatti sono uno dei tanti sottostanti che possono essere utilizzati …

Analisi giornaliera e pivot points 17 Novembre 2014

|
pivot-points-17-11-14

Euro / Dollaro

Il cross EUR/USD ha violato la resistenza di 1.2508 indicando che il trend ribassista da 1.2867 so è completato a 1.2358. Potrebbe esserci un ulteriore rialzo ed il prossimo obiettivo potrebbe essere a …

Nuovo record intra Day per lo S&P500

|

Sembra inarrestabile la salita dell’indice S&P500, le quotazioni raggiungono un nuovo massimo intra-day, ma stando agli indicatori tecnici, quali bande di Bollinger ed RSI, ci si aspetta una discesa delle quotazioni, che potrebbe portare ad …