Quotazioni Forex in tempo reale

Pubblicato da: Alfredo - il: 08-04-2010 22:06 Aggiornato il: 23-02-2016 11:17

Il mercato Forex conosciuto anche con il nome di currency market o mercato dei cambi è un mercato globale decentralizzato (OTC) in cui avvengono gli scambi delle principali valute su cui viene deciso il loro valore.

Sappiamo bene che il mercato Forex è un mercato aperto 24 ore al giorno con la liquidità in assoluto maggiore e chi opera in questo mercato sa anche che la leva finanziaria è molto alta e di conseguenza le perdite possono superare l’investimento iniziale.

segnali-forex-trading-tempo-reale-esempio-acquisto-vendita

Esempio di quotazioni forex in tempo reale

In questo mercato non viene scambiato solo Euro e/o Dollaro (EUR/USD) ma anche altre valute. Tutto dipende da quelle che il broker da voi prescelto fornice in merito gli incroci valutari mondiali.

Prima di operare in questo mercato, oltre che saperne di analisi tecnica è indispensabile consultare e tenere a portata di mano un calendario economico perchè le decisioni sui tassi di interesse posso portare ad importanti oscillazioni sulle valute in aumento o in diminuzione ed ottenere in questo modo un aumento o un abbassamento del valore rispetto a quello iniziale; in questo modo si ottiene un profitto.

segnali-forex-trading-tempo-reale-operazioni-di-acquisto

Il tasso di cambio, dunque, non rappresenta altro che, il rapporto tra una valuta e un’alta e indica quanta valuta ci vuole per acquistare l’altra.

Per poter operare sul mercato Forex è necessario conoscere:

  1. analisi fondamentale;
  2. analisi tecnica.

L’analisi fondamentale concentra la propria attenzione su:

  • studio delle dinamiche geopolitiche internazionali;
  • scostamenti minimi e massimi dei differenti Paesi.

L’analisi tecnica studia invece l’andamento effettivo registrato da una valuta sul mercato in un determinato periodo di tempo preso in considerazione. Grazie a questa sarà poi possibile evidenziare le movimentazioni della stessa in futuro.

Premesso questo e concentrandoci sulle quotazioni valutarie nel Forex, cercheremo di cogliere la tendenza del mercato specifico; in questo caso l’analisi tecnica permette ai trader di individuare:

  • livelli strategici d’ingresso e di uscita dal mercato;
  • eventuali andamenti correlati tra coppie di valute;

Ancora, l’analisi tecnica, può essere studiata attraverso grafici che utilizzano indicatori ed oscillatori specifici, i quali possono essere applicati a grafici lineari che non rappresentano altro che “il prezzo di chiusura della valuta nel tempo prescelto, tramite un retta spezzata o curva, sui grafici a barre“. Questi grafici mostrano l’andamento dei prezzi e dell’attività con una barra che rappresenta l’oscillazione del valore e 2 tratti che fissano il prezzo di apertura e chiusura; è utile anche utilizzare un grafico a candele giapponesi o candlestick.

Euro-dollaro



Il cambio euro-dollaro, è uno delle coppie valutarie maggiormente conosciuto anche con il codice EUR/USD; esso rappresenta il tasso di cambio tra l’EURO e il DOLLARO Americano e lo possiamo considerare come il più importante nel mercato del Forex, poiché da solo copre quasi un terzo degli scambi effettuati.

Il cambio EUR/USD rappresenta il prezzo a cui è possibile convertire, ovvero cambiare, la valuta americana con l’Euro e viceversa.

Abbiamo voluto iniziare la nostra guida proprio con questo cambio inquanto l’assets Euro-Dollaro presenta delle caratteristiche uniche che di seguito analizzeremo:

  • Stati Uniti ed Europea rappresentano le potenze economiche maggiori;
  • al momento il dollaro americano è la valuta maggiormente scambiata e utilizzata al mondo;
  • l’Euro è seconda solo al dollaro americano;
  • la coppia EUR/USD è la più “tradata” nel mercato forex;
  • il dollaro è utilizzato come riserva a livello mondiale;
  • il dollaro è preferito come valuta per la maggior parte delle transazioni internazionali;
  • il prezzo dell’oro e di altre materie prime è espresso in dollari americani;

Sulla base di queste caratteristiche possiamo definire il dollaro come la moneta più importante del mondo.

Anche l’Euro nel suo complesso rappresenta la valuta di molte regioni e di conseguenza è definita come la regione economica più grande del mondo focalizzata su servizi e produzione industriale.

Definiamo pertanto l’apprezzamento dell’euro come il rafforzamento delle attività economiche europee; al contrario, invece, quando l’attività rallenta, l’Euro tende ad indebolirsi.

Elemento chiave della forza relativa delle 2 economie sono i tassi d’interesse; di conseguenza con dei tassi di interesse negli Stati Uniti più alti nei confronti dell’Euro, il dollaro si rafforza; in caso contrario con dei tassi di interesse più alti nella zona Euro, il dollaro si indebolisce.

Per approfondire maggiormente la conoscenza vi invitiamo a visitare la sezione presente sul nostro portale interamente dedicata all’Euro-Dollaro>>

Euro-Yen




Il cambio tra l’Euro e lo Yen Giapponese è indicato con il simbolo EUR/JPY; anche questo cambio è uno dei maggiori cambi interessanti per i trader Forex inquanto permette di mettere in relazione 2 economie molti differenti. Infatti l’Europa e il Giappone sostanzialmente sono indipendenti e le banche centrali hanno approcci molto differenti anche sul tasso di cambio delle rispettive valute.

Sterlina Inglese- Dollaro





Come prima abbiamo visto le valute sono sempre quotate a coppie; anche Sterlina Inglese e dollaro sono tra le coppie più gettonate indicate con il termine tecnico di GBP/USD (in termini tecnici sta per sterlina inglese contro dollaro americano).

Supponiamo un tasso di cambio della sterlina inglese contro il dollaro statunitense: GBP/USD = 1,51258

Anche in questo caso il tasso di cambio indica quanto si deve pagare in termini di valuta quotata per acquistare un’unità di valuta base. Di conseguenza riprendendo l’esempio, si deve pagare 1,51258 USD per acquistare 1 GBP.

Dollaro – Yen Giapponese




Altra coppia di valute molto importante da tenere presente e sempre sotto controllo è il dollaro-Yen Giapponese; anche in questo caso vi è un confronto tra 2 economie completamente diverse. Il cambio tra Dollaro americano e Yen Giapponese è indicato con il simbolo USD/JPY.

L’andamento del cambio di questa valuta è influenzato da molti fattori come ad esempio la differenziale che intercorre tra i tassi di interesse della Federal Reserve e  quelli della Bank of Japan.

Euro – Sterlina Inglese




Per ultimo, ma non per questo meno importante, analizziamo il cambio tra Euro e Sterlina Inglese; questa coppia di valute è indicata con il simbolo EUR-GBP è rappresenta uno dei segnali maggiormente scambiati sulle piazze europee inquanto relaziona le 2 economie più grandi ed importanti all’interno dell’Europea.

Questo cambio è considerato come uno degli assets portanti del mercato Forex, amato da molti trader specialmente da coloro che operano nel campo dei CFD il quale permettono di speculare sui mercati delle valute ottenendo maggiori possibilità di rendimento poiché la valuta Inglese è considerata da tempo una potenza internazionale ed è stata sempre superiore rispetto all’Euro.

Come investire sfruttando le quotazioni Live Forex

Per poter fare trading in modo appropriato ed avere un ottimo guadagno, consigliamo l’utilizzo esclusivo di broker regolamentati ed autorizzati come quelli da noi recensiti, il quale hanno tutti regolare licenza per operare come CySEC, CONSOB, MiFID, ecc

Esistono principalmente 2 tipi di broker che consentono un investimento nel mercato Forex:

Miglior broker Licenza broker Deposito minimo Il Bonus iniziale Recensioni Iscriviti subito
CySEC 100€ Conto demo gratuito Opinioni Markets
stelle
Prova Ora
CySEC 250 € Conto demo gratuito Opinioni 24Option
stelle
Prova Ora
CySEC € 100 Demo gratuita Opinioni FXpro.it
stelle
Prova Ora
FCA-CONSOB 100 € Conto Demo Gratuito 30.000€ Opinioni IG MARKETS
stelle
Prova Ora

Quotazioni Forex live: come si leggono?

Abbiamo visto negli esempi riportati che le valute sono sempre quotate a coppie. Questo per indicare che nel momento in cui si acquista una valuta se ne vende un’altra.

Prendiamo per esempio la quotazione Euro-Yen:

  • USD/JPY = 77.20

Analizzandola, vediamo che:

  1. la prima valuta, ovvero quella a sinistra della barra è la valuta principale per noi rappresentata dal dollaro americano con  il simbolo USD;
  2. la seconda valuta, quella a destra della barra viene indicata come valuta secondaria e per noi è rappresentata dallo Yen.

Acquistando, o meglio scambiando valute, la quotazione indica quanto si deve pagare, in termini di valuta secondaria per acquistare un’unità di valuta principale.

Riprendendo la quotazione d’esempio, bisognerà pagare 77.20 Yen per comprare un Dollaro. 

La valuta principale è considerata sempre come la base per l’acquisto e la vendita. Di conseguenza, anche se si compra EUR/USD, il discorso non cambia; questo lascia intendere che si sta acquistando la valuta principale e in contemporanea vendendo la valuta secondaria.

Long e short

Quando si investe nel mercato Forex e sopratutto quando si seguono le quotazioni live Forex, bisogna anche considerare le quotazioni long e short, ovvero bisogna decidere se si vuole comprare o vendere.

Nel caso di acquisto, la valuta principale deve aumentare di valore in modo da poterla poi rivendere a un prezzo più alto. Questo processo in termini tecnici, nel linguaggio dei trader, si chiama andare long. Long = comprare.

Se invece si vuole vendere, consideriamo la possibilità che la valuta principale perda di valore, quindi cercheremo di venderla ad un prezzo più alto per poi riacquistarla nuovamente ad un prezzo più basso.

Questo processo in termini tecnici si chiama “andare short“, ovvero “Shortare“. Short = vendere.

Bid/Ask spread

Tutte le quotazioni Forex live sono costituite da un doppio prezzo:

  • prezzo bid;
  • prezzo ask.

Il prezzo bid è sempre più basso del prezzo ask e rappresenta il prezzo al quale il broker è disposto a comprare la valuta principale in cambio della valuta secondaria e di conseguenza il prezzo al quale il trader potrà vendere. Quindi avremo:

  • Bid = Prezzo di Vendita;
  • Ask = Prezzo di compera.

La differenza tra il prezzo bid e il prezzo ask prende il nome di Spread.

Supponiamo di investire con la quotazione GBP/USD con:

  • prezzo bid pari a 1.7445;
  • prezzo ask pari a 1.7449.

Se si vuole “vendere GBP“, si deve investire cliccando “sell“; in questo caso si venderà la Sterline a 1.7445. Se si vuole acquistare sterline, quindi “acquisto GBP” basta cliccare su “buy” e si acquista a 1.7449.

Per concludere, analizzeremo un esempio pratico di investimento seguendo le quotazioni Forex live utilizzando l’analisi fondamentale, molto utile per le giuste scelte di acquisto o di vendita su un determinato asset.

Supponiamo di investire con l’asset Euro-Dollaro; L’Euro è la valuta principale e quindi la base di scambio.

Ora, se pensiamo, in base ai nostri studi tecnici e in base alle nostre strategie, che l’economia Americana continuerà a indebolirsi, quindi subiremo un indebolimento del Dollaro, allora effettueremo un ordine buy su EUR/USD. In questo modo si comprerà Euro, in attesa di un aumento di valore nei confronti del Dollaro. In caso contrario, invece, se si crede che l’economia Americana sia più forte e che quindi l’Euro si indebolisce nei confronti del Dollaro, allora eseguiremo un ordine sell su EUR/USD.