Indicatori di trading: le bande di Bollinger

Pubblicato da: Roberto Rossi - il: 19-06-2013 19:51 Aggiornato il: 02-02-2016 10:05

Tra gli indicatori di trading e più precisamente tra la categoria degli oscillatori più utilizzati, spiccano senza ombra di dubbio le bande di Bollinger.

Ma cosa sono le bande di bollinger? Rappresentano un indicatore molto utilizzato dai trader nell’analisi tecnica e fornisce informazioni dettagliate su:

  • volatilità del mercato, evidenziando e distinguendo le zone di contrazione da quelle di espansione;
  • zone di iper-comprato e iper-venduto.

Alcuni trader negoziano esclusivamente con l’indicatore bande di bollinger in quanto secondo il loro punto di vista è la chiave vincente delle loro strategie. Infine possiamo definire le bande di bollinger come indicatori tecnici molto utili per capire quando entrare e uscire dal mercato.

Una volta che abbiamo definito cosa sono le bande di bollinger, passiamo a vedere come funzionano.

Come funzionano le bande di Bollinger?

bande-di-bollinger

Le bande di bollinger, sono indicate in una zona circoscritta del prezzo attuale di mercato. Queste sono poi calcolate sulla base di una percentuale fissa che varia solitamente tra il 3% e il 4% il quale permette ai trader di ricavarne delle importantissime opportunità di trading.

Fin quando il prezzo si muove nella circonferenza circoscritta delle bande di bollinger, i trader non hanno nulla da temere. In caso contrario invece, quando il prezzo si muove al di fuori delle bande di Bollinger devono prestare molta attenzione. Vediamo perché.

  1. Se il prezzo fuoriesce dalle bande di bollinger, dirigendosi verso l’alto per poi rientrare, allora indica che il prezzo si muove in una zona di ipercomprato; in questo caso il prezzo è salito troppo velocemente e ci indica una zona di vendita, in quanto ad un rapido aumento del prezzo e quindi ad una fuoriuscita dalla banda corrisponde un successivo rallentamento e quindi ad un rientro nella banda.
  2. In caso contrario, se il prezzo si muove verso il basso, per poi rientrare, allora indica una zona di ipervenduto; in questo caso il prezzo invece è sceso troppo rapidamente e ci viene indicato un segnale di acquisto, in quanto ad un rapido calo del prezzo solitamente corrisponde un arresto e una probabile inversione del trend, salvo trattarsi di un falso segnale.

Questi cambiamenti repentini sono molto utili per investire sul mercato e spesso provocano anche delle ottime possibilità di guadagno.

Consigliamo di utilizzare le bande di bollinger in concomitanza con l’indicatore RSI. Per maggiori approfondimenti visita la pagina Forex trading: strategia bande di Bollinger + RSI.

Riteniamo importante sottolineare oltre a come funzionano anche il perché sono importanti le bande di bollinger!

L’importanza delle bande di bollinger, toglie ogni dubbio a tutti i trader su alcune strategie per guadagnare con il trading forex!

Riteniamo infatti sia molto importante per tutti i trader capire che il migliore indicatore tecnico secondo il nostro punto di vista sono le bande di bollinger, il quale se utilizzato nel modo più appropriato, aiuta il trader a comprendere molte cose del grafico.

Noi consigliamo di utilizzare le bande di bollinger, insieme ai seguenti indicatori:

Quali sono i segnali delle bande di bollinger?

Le Bande di Bollinger danno un segnale importante, ossia, indicano al trader quando il prezzo è entrato in fase di iper-comprato o iper-venduto. In tali zone estreme, il prezzo tende ad invertire la propria rotta come segue:

  • Iper-comprato: in questa fase il prezzo, che ha raggiunto un punto troppo alto a causa di un’eccessiva propensione all’acquisto, comincia lentamente a scendere.
  • Iper-venduto: nella fase di iper-venduto succede esattamente l’opposto, ossia, il prezzo tende a salire perché ha raggiunto un punto troppo basso ed è stato venduto troppo.

bande-di-bollinger-ipervenduto-ipercomprato

Come si rappresentano graficamente le bande di bollinger?

Quando il prezzo raggiunge e tocca la banda superiore, allora significa che siamo in una fase di iper-comprato, in tale fase avremo un ritracciamento dei prezzi che si dirigeranno verso il basso in prossimità della media mobile centrale.

Quando il prezzo raggiunge invece la banda inferiore siamo in zona di iper-venduto, quindi il prezzo tende a salire.

20130619-215118.jpg

5 Vantaggi per operare con le bande di bollinger

Una volta che abbiamo visto come poter utilizzare le bande di bollinger forex, passiamo adesso a vedere quali sono i vantaggi per il trader legati alle bande di bollinger.

bande-di-bollinger-vantaggi

  1. Se notiamo il grafico riportato, possiamo notare come la parte inferiore e la parte superiore della banda di bollinger, possano rappresentare dei livelli di supporto o di resistenzaquesti indicano al trading il punto minimo e il punto massimo da cui poi il prezzo tende a salire o a scendere verso il centro delle bande.
  2. Quando una candela, che attraversa le bande di bollinger, continua il suo percorso superandole, quello è un segnale di continuazione.
  3. Quando una coppia di valute inverte il suo trend, dopo che ha chiuso fuori delle bande di bollinger, questo lascia intendere che il prezzo punta verso la parte opposta prima di andare a toccare un supporto.
  4. Nel caso in cui si venga a verificare un restringimento delle bande di bollinger, questo vuol dire che da li a breve avremo un andamento del mercato maggiormente volatile e dunque maggiori opportunità di guadagno.
  5. Tutti i prezzi solitamente sono soggetti a cavalcare le bande di bollonger. In gergo tecnico si dice “segue il trend”. Se il trend è a cavallo della banda superiore, ci troviamo di fronte ad una forza di mercato; in caso contrario, invece, se vanno a cavallo della banda inferiore, ci troviamo di fronte a una debolezza del mercato.

Strategie di trading: bande di bollinger

bande-di-bollinger-strategie

A differenza delle Strategie di trading più utilizzate, le bande di Bollinger possono raggiungere risultati inaspettati nell’analisi tecnica.

Gli unici più grandi errori che invece può fare il trader alle prime armi sono:

  • vendono le azioni quando il prezzo tocca la banda superiore;
  • acquisto quando tocca la banda inferiore.

Questi 2 errori sono molto comuni tra i trader principianti, in quanto dobbiamo tenere presente che un solo tocco sulla banda superiore o al contrario sulla banda inferiore non può costituire un segnale di acquisto o di vendita. Inoltre l’utilizzo delle bande di bollinger, con altri indicatori come più volte ricordato, possono costituire una buona strategia di trading forex in direzione di uno stock che si sta chiudendo o al disopra della fascia superiore, o al di sotto della fascia inferiore.

Se guardiamo il grafico sotto riportato, possiamo notare come vi è un’ostilità del mercato a oscillare e se notate un solo tocco in alto o in basso non condiziona il trend di mercato. Quindi un solo segnale non possiamo ritenerlo come un’informazione utile per vendere o acquistare.

strategie-bande-di-bollinger

Per maggiori approfondimenti sulle strategie forex con le bande di bollinger, consigliamo:

Formula bande di bollinger

Le bande di Bollinger si calcolano partendo da una media mobile di base, che risulta essere di circa 20 periodi, a tale media viene aggiunto un valore di deviazione standard e moltiplicato per un fattore F, che di solito é pari a 2.

La banda superiore, che denota la zona di iper-comprato, si calcola partendo dalla banda centrale e aggiungendovi la deviazione standard.
La barra centrale é invece una semplice media mobile che può anche non essere presente.
La barra inferiore viene invece ottenuta sottraendo la deviazione standard, tale banda indica la zona di iper-venduto.

Di seguito potrete trovare una serie di indicatori tecnici e oscillatori molto utili in analisi tecnica:

Vai alla home per saperne di più sul Forex Trading online

Migliori piattaforme di Trading & Forex

eToro Deposito: 200 $
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65 e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

Lascia un commento

Non ci sono ancora commenti

Puoi essere il primo a iniziare la conversazione

I tuoi dati sono al sicuro!Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato e i tuoi dati non saranno condivisi con terze persone.