Le bande di bollinger e il MACD

Pubblicato da: Roberto Rossi - il: 13-10-2010 0:00
Le Bande di Bollinger sono uno strumento di analisi tecnica costituito da 2 Bande esterne con una media mobile al proprio interno, una banda superiore ed una inferiore. Le 2 bande vengono disegnate come deviazioni standard rispetto alla media mobile semplice. Dal momento che la deviazione standard non è altro che una formula matematica che misura la volatilità, una contrazione delle bande significa un minore movimento del prezzo, mentre un’espansione delle stesse significa un aumento di incertezza e quindi un aumento della probabilità che si verifichino ampi movimenti di prezzo.
Bande_Bollinger_MACD
Se il prezzo del grafico che stiamo osservando va al di sotto della banda inferiore, esso può essere visto come segnale di una possibile inversione positiva. Al contrario, se il prezzo sale fino alla banda superiore, questo potrebbe essere un segnale che il prezzo sia attualmente sovra comprato e che quindi sia probabile un’immediata flessione.

Come detto spesso in altri articoli, utilizzare più di un indicatore allo stesso tempo rafforza i segnali aumentando la probabilità che essi siano attendibili.

In questo caso utilizziamo il MACD, un indicatore di momentum trend-following per cercare cambiamenti o violazioni di trend, esattamente come per le Bande di Bollinger. Il MACD può quindi essere utilizzato per accertarsi che il prezzo sia al proprio massimo o al proprio minimo. Se il prezzo di un cross valutario scende sotto la banda di bollinger inferiore, si può dare uno sguardo anche al MACD per verificare se esistono gli estremi per un’inversione di prezzo. Se il MACD è abbastanza basso e sta iniziando a salire allora l’inversione è più probabile e ci troviamo in presenza di un possibile punto di acquisto. Anche guardando le medie mobili si possono ottenere delle ulteriori prove.  Un incrocio verso l’alto della media mobile esponenziale, ovvero quando la media mobile più veloce incrocia la media mobile più lenta dal basso all’alto è un’ulteriore conferma di un futuro trend rialzista.
Nel caso invece in cui il prezzo raggiungesse la banda di Bollinger superiore ed il MACD da un livello alto iniziasse a scendere, questo sarebbe una conferma di un prossimo trend al ribasso.

Cercare dei segnali prestando attenzione alle Bande di Bollinger per poi controllare il MACD in cerca di conferma è quindi un’ottima pratica. Fare il contrario, ovvero guardare prima il MACD e poi le Bande, non è una buona prassi Questo perché  il MACD è un lagging indicator, un indicatore che può fornire segnali in ritardo rispetto al movimento del prezzo. La soluzione preferibile è quindi cercare delle possibili violazioni utilizzando le Bande di Bollinger per poi cercare conferma dal MACD prima di entrare nel mercato.


logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis

Migliori piattaforme di Trading & Forex

eToro Deposito: 200 $
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65 e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

Lascia un commento

Non ci sono ancora commenti

Puoi essere il primo a iniziare la conversazione

I tuoi dati sono al sicuro!Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato e i tuoi dati non saranno condivisi con terze persone.