EUR/USD ancora in salita: ecco come il coronavirus pesa sul cambio

Pubblicato da: Roberto Rossi - il: 18-11-2020 14:44

L’EUR/USD continua a salire mettendo nel mirino quota 1,19, con i mercati divisi tra l’aumento dei casi di coronavirus e la speranza di un vaccino imminente. Il presidente della BCE Lagarde ha dichiarato che l’immunizzazione non è un fattore che cambia le previsioni del proprio istituto, e così il cambio euro/dollaro continua ad essere scambiato in un canale al rialzo, beneficiando di uno slancio in su sul grafico a quattro ore. All’inizio della settimana ha rimbalzato sulla media mobile semplice a 50, garantendo ai tori il comando della situazione.

Ora, una discreta resistenza sembra attendere il cambio a 1,1895, il massimo settimanale, seguito da 1,1920, il punto più alto di novembre. Superate queste soglie, è probabile che il cambio possa puntare verso la resistenza chiave posta a 1.2010.

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community e condividi le tue strategie di trading. La funzione di 🥇CopyTrader™ ti permette di copiare in maniera automatica le performance del portafoglio dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community e condividi le tue strategie di trading. La funzione di 🥇CopyTrader™ ti permette di copiare in maniera automatica le performance del portafoglio dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

Sul lato negativo, il primo supporto è al minimo giornaliero di 1,1850, seguito da 1,1815, che ha fornito supporto all’inizio della settimana. Il fondo successivo da guardare è quello  a 1.1780, dove convergono le medie mobili semplici a 100 e 200.

Tornando agli aspetti fondamentali, sottolineiamo come secondo le parole di Christine Lagarde, Presidente della Banca Centrale Europea, un vaccino contro il coronavirus non cambia le previsioni. Spegnendo il poco entusiasmo degli investitori, la BCE ha infatti precisato di aver già incorporato l’immunizzazione dal virus nel 2021 come parte delle sue prospettive, e di rimanere molto preoccupata per l’attuale diffusione della malattia.

Dall’altro lato dell’Atlantico Jerome Powell, presidente della Federal Reserve, ha fatto eco alle sue caute parole. Le statistiche di COVID-19 mostrano contagi molto sostenuti, con i ricoveri ospedalieri statunitensi che hanno raggiunto un nuovo record superiore a 78.000 unità, la Germania che ha registrato il più alto numero di decessi in sette mesi e la Francia – il paese d’origine di Lagarde – che ha superato il traguardo dei due milioni di casi di virus.

Ciononostante, le notizie sui vaccini mantengono ottimisti gli investitori. Pfizer e BioNTech, che sono stati i primi a segnalare l’efficacia in una sperimentazione di Fase 3, hanno annunciato di aver superato una pietra miliare fondamentale per la loro sicurezza. Le aziende sono pronte a richiedere a breve l’autorizzazione all’uso d’emergenza per la loro inoculazione, con l’obiettivo di somministrare il vaccino a dicembre.  Nella zona euro, ci sono timidi segnali che indicano che la curva del virus stia girando l’angolo, aprendo forse la porta all’allentamento delle restrizioni in alcuni Paesi.

Ma in questo scenario EUR/USD può estendere i suoi guadagni? A parte le speranze sul fronte dei coronavirus, la moneta comune ha un vantaggio rispetto al dollaro quando si tratta della funzione di reazione all’acquisto di obbligazioni. Quando la Fed crea denaro dal nulla per acquistare obbligazioni, inatti, il flusso di denaro tende a scorrere verso asset a rischio al di fuori dell’America, con conseguente svalutazione del dollaro.

Lo stesso meccanismo si è peraltro visto nella zona euro prima della pandemia, ma… in parte non è più così. Quando la BCE ha annunciato o segnalato un’espansione del suo PEPP (Pandemic Emergency Purchase Program), infatti, tale mossa è stata vista come una spinta alle economie del vecchio Continente – a sostegno della moneta comune.

Ora Lagarde ha dichiarato che sta arrivando un ulteriore stimolo, mentre Powell ha solo aperto la porta ad una potenziale espansione. Se la Fed dovesse procedere con un’altra spinta, allora EUR/USD avrà ancora spazio per aumentare.

Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

Broker Caratteristiche Vantaggi Conto Demo
eToro
  • Licenza: CySEC – FCA – ASIC
  • Social Trading
  • Deposito min: 200 $
Piattaforma N.1 al mondo per il Social Trading Prova Gratis eToro opinioni
AvaTrade
  • Broker con più regolamentazioni
  • Copy trading
  • Segnali di Trading
Trading CFD e con le opzioni vanilla Prova Gratis AvaTrade opinioni
ROInvesting
  • Licenza: CySEC
  • Sponsor A.C. Milan
  • Investi con Paypal
Formazione Trader Prova Gratis ROInvesting opinioni
101Investing
  • Licenza: CySEC
  • Gran numero di valute e criptovalute
  • Deposito min: 100 €
Gran numero di valute e criptovalute Prova Gratis 101Investing opinioni

* Trading in CFD. Il tuo capitale è a rischio.