Radiografia di un rimbalzo da 300 ticks

Pubblicato da: Roberto Rossi - il: 17-01-2011 8:03

trading_blog_2Il 13 gennaio scorso abbiamo assistito ad un rimbalzo notevole che ha portato la moneta unica da 1,31 a 1,34 sul greenback. La maggior parte degli analisti finanziari ha giustificato l’importante oscillazione con il discorso di Trichet, presidente della Bce, il quale, denunciando l’aumento dell’inflazione dei paesi della zona euro, ritiene possibile un rialzo dei tassi d’interesse a breve.

 

Tutto cio é senza dubbio verosimile, dichiarazioni come quelle di Trichet hanno un forte potere di condizionamento del mercato valutario; tuttavia proviamo a vederla in altro modo: considero quanto successo il pomeriggio del 13.01.11 l’ennesima dimostrazione di come il mercato dei cambi abbia una mera e importante valenza speculativa.

 

 

Mi spiego : il 12 gennaio, il giorno prima del ritracciamento, oltre 3000 contratti erano stati piazzati sullo strike della call 129, inoltre sullo strike della call 130 da qualche giorno ne stazionavano oltre 4000. Una manovra di tale portata ha senso solo se ci si aspetta una forte salita del sottostante eur/usd. Lo strike della call 129 é ad un livello itm, un livello dove le opzioni call possono essere comprate solo in prospettiva di un forte rialzo, dunque, poiché non credo che il presidente della Bce abbia commesso insider trading volendo favorire un manipolo di grossi investitori, penso che più semplicemente il mercato fx si sia mosso col denaro posto sugli strike 129-130. Dunque questa oscillazione poteva essere prevista e premeditata.

 

Sinceramente non so quale sia l’ipotesi migliore certo é che a guardare la difficile chain di Gennaio le mani forti realizzano intorno 1,31  il massimo profitto a scadenza delle opzioni, ora siamo intorno 1,33 1,34 forse saliremo ancora un po fino 1,35 dove c’é una call in resistenza, ma di fatto venerdi scadono i titoli e non mi meraviglierei del solito pestone da 200 ticks.

 

Questa che inizia si preannuncia come una settimana molto interessante, gli hedge funds sono fortemente short quindi non credo che il rimbalzo di giovedi scorso sia una conseguenza del possibile ritocco dei tassi ma che in realtà abbia fatto comodo al mercato istituzionale proprio in vista della chiusura dei titoli derivati di venerdì prossimo, dunque, spiarne le mosse rimane un’arma per i traders indipendenti.

 

Appuntamento a domani su forexguida.com

 

Vai alla home per saperne di più sul Forex Trading online

Migliori piattaforme di Trading & Forex

eToro Deposito: 200 $
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65 e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Lascia un commento

Lascia un commento

Non ci sono ancora commenti

Puoi essere il primo a iniziare la conversazione

I tuoi dati sono al sicuro!Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato e i tuoi dati non saranno condivisi con terze persone.