Massimizzare i profitti in un ciclo di mercato

Pubblicato da: Roberto Rossi - il: 06-08-2015 17:24 Aggiornato il: 02-02-2016 16:31

Hai mai sentito parlare di cicli di mercato? Bene, prima di spiegarti nel dettaglio come massimizzare i profitti nella tua attività di trading sfruttando al meglio i cicli di mercato, vediamo meglio cosa si intende per ciclo di mercato, una rinfrescata di memoria non fa mai male.

Quanto dura un ciclo di mercato

Il ciclo di mercato è composto da due differenti fasi: una fase toro o rialzista; una fase orso o ribassista. L’intero ciclo ha una durata statistica che va dai 2 ai 4 anni, le fasi orso e toro possono avere una durata differente, ma solitamente tale durata non è quasi mai inferiore ad 1 anno.

Per individuare un ciclo di mercato, cosa estremamente importante per comprendere in che parte delle due fasi ci troviamo, basta impostare il time frame del nostro grafico in W1, in tal modo ogni sessione, rappresentata solitamente da una candlestick, ha la durata di una settimana.

Ciclo-Dow

Fase orso e fase toro, due opportunità di trading

Sia la fase toro sia la fase orso rappresentano una interessante opportunità di trading nel lungo termine, nel senso che puoi sfruttarle per ottenere guadagni considerevoli speculando a rialzo nella fase toro ed a ribasso nella fase orso.

Entrambe le fasi sono poi intervallate da movimenti di correzione che si muovono in contro tendenza, anche tali movimenti possono essere sfruttati bene se si conosce la struttura di un ciclo di mercato.

trend line

Solitamente sia la fase orso sia la fase toro sono intervallati da 3 movimenti che vanno in contro tendenza, tali movimenti hanno breve durata rispetto alla tendenza principale, solitamente durano dai 2 ai 3 mesi.

Sfruttare le fasi in controtendenza

Le fasi intermedie possono, come già accennato, essere sfruttate per poter ottenere ulteriori guadagni. Non è semplice sfruttare tali fasi, ma i ritorni economici sono davvero rilevanti, pertanto vale la pena di comprendere come fare.

Per poter individuare i movimenti in controtendenza risulta utile osservare la successione dei massimi e dei minimi, nel caso in cui vediamo che vi è una successione in controtendenza (tendenza rialzista e successione massimi e minimi decrescenti) possiamo già studiare meglio il caso con qualche indicatore di trading, come ad esempio l’rsi o il macd.

Se abbiamo gli indicatori di trading che presentano un segnale ribassista, allora si può gia parlare di una fase di contrazione, in tal caso non devi fare altro che aprire una posizione ribassista.

Conclusioni

Ti consigliamo di sfruttare le fasi in controtendenza e di approfondire l’utilizzo dei seguenti indicatori di trading:

rsi

macd

Vai alla home per saperne di più sul Forex Trading online

Migliori piattaforme di Trading & Forex

eToro Deposito: 200 $
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65 e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Lascia un commento

Lascia un commento

Non ci sono ancora commenti

Puoi essere il primo a iniziare la conversazione

I tuoi dati sono al sicuro!Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato e i tuoi dati non saranno condivisi con terze persone.