ISM, macroeconomia e mercati finanziari

Pubblicato da: Roberto Rossi - il: 21-03-2013 15:33

Il mercato valutario come l’intera economia internazionale é sensibilmente condizionato dal rilascio delle indicazioni macroeconomiche statunitensi.

 

L’ ISM manufatturiero, relazionato dall’ Institute for Supply Management, ad esempio, é un dato che riguarda lo stato della manifattura negli Stati Uniti analizzato in base ai dati raccolti dai funzionari agli acquisti di oltre 300/400 aziende del settore industriale.

 

La pubblicazione ha una frequenza mensile e nello specifico avviene il primo giorno feriale del mese successivo all’ultimo rilascio. Particolare rilievo assumono i valori dei prezzi pagati, termometro del grado di inflazione presente nella nazione.

 

L’ importanza che nelle transazioni forex assume l’indice ISM é alta, in quanto un suo progresso annuncia una condizione ottimale o una ripresa delle finanze federali d’oltroceano che generalmente spinge al rialzo titoli e dollaro USA nei mercati finanziari.

 

Per quanto i livelli di volatilità restituiti dalla diffusione del dato mecroeconomico siano apprezzabili sui grafici delle piattaforme di trading , le risultanze dell’ ISM come quelle di altri indicatori di rilievo generano comunque oscillazioni di breve termine, mentre altre volte sostengono la strategia di mercato sul medio e lungo periodo.

 

L’ andamento dei mercati azionari americani, nella mezz’ora precedente la pubblicazione, talvolta lascia prevedere il risultato dell’ ISM o di altra variabile macroeconomica significativa, e spesso le movimentazioni sui derivati ne premettono le aspettative, finanche anticipandone l’esito. 

 

Appuntamento a lunedì su trading blog

  


Vai alla home per saperne di più sul Forex Trading online

Migliori piattaforme di Trading & Forex

eToro Deposito: 200 $
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65 e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Lascia un commento

Lascia un commento

  1. marino
    #1 marino 25 marzo, 2013, 11:31

    vincenzo buon giorno!!stiamo vivendo un operatività un po difficile su e/$…!!volevo chiederti visto che mi trovo un po confuso nell’interpretazione la nuove call inserite sui livelli 129 128 potrebbero essere incassate quindi spingere al ribasso l’e/$(considerando anche situazione economica area euro molto incerta e cft con nuovi tagli posizioni long -8515 e aumento short di ben 11582 dei non commercial)?grazie

    Reply this comment
  2. marino
    #2 marino 25 marzo, 2013, 11:51

    ho appena notato sulla chain settimanale 4000 contratti circa gia andati in interest su tos!!correzione in vista trattandosi di call aperte sopra il livello di prezzo possono essere incassate!?!

    Reply this comment
  3. Vincenzo
    #3 Vincenzo 26 marzo, 2013, 09:18

    Buongiorno Marino,

    C’è effettivamente grandissima incertezza.., media con Moodys, Cipro Gracia, sono tutte cose che doverebbero spingere gli operatori a vendere…compresa la tua call weekly a 1.30. Ma se la 130ATM fosse comprata in strategia con la 127OTM in sitonia con il gran numero di puts tra 125 e 130 del mese in cors cosa potrebbe accadere…? Purtroppo Marino questa volta ho l’impressione che l’intuito conterà più dei calcoli…ciao buona giornata.

    Reply this comment

I tuoi dati sono al sicuro!Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato e i tuoi dati non saranno condivisi con terze persone.