Come e quando chiudere un trade?

Pubblicato da: Roberto Rossi - il: 02-03-2016 15:35

In questo nostro post, vi proponiamo un aspetto molto importante del trading online, ovvero la chiusura del trade anticipato.

Moltissimi trader si preoccupano solo di saper quando aprire un trade, ma tralasciano l’aspetto più importante, ovvero saper quando è il momento di uscire dal mercato, in modo da poter tutelare il proprio capitale e proteggersi da ulteriori perdite. Di seguito vi spiegheremo come fare per chiudere un trade anticipatamente.

Purtroppo sono in tanti i trader che ogni giorno si avvicinano al Trading Online, e questi si occupano e si concentrano principalmente sui segnali di trading in entrata non curandosi affatto della possibilità di chiudere un trade, ovvero di riconoscere il momento più opportuno per uscire fuori dal mercato.

Una delle principali cause di fallimento dei trader è quella di tenere aperta la propria posizione anche quando il mercato si muove al contrario rispetto a quello che avevamo previsto.

chiusura-ainticipata-trade

Per fare un esempio, supponiamo che abbiamo aperto un trade al ribasso. Ora il mercato ha appena formato un 123 Low rompendo il punto 2 del famoso pattern; in questo caso dovremmo optare per uscire dalla nostra posizione ribassista.

Anche nel caso contrario, se ci dovessimo trovare con un trade aperto al rialzo ed il mercato si muove al ribasso, ci dovremmo preoccupare di uscire anticipatamente dal mercato e nel più breve tempo possibile.

Ovviamente dovremo anche fare delle considerazioni e delle valutazioni ulteriori, prima ancora di decidere di chiudere definitivamente un trade che al momento si trova in perdita. Per fare questo però dobbiamo imparare ad essere maggiormente elastici, in base anche a quanto accade interpretando i grafici in base anche alla nostra strategia e a quello che noi ci aspettiamo dal mercato.

Quando chiudere un Trade?

Vi sono dei chiari segni di trading che ci fanno capire quando è il omento di chiudere una posizione poiché il mercato da li a breve cambia rotta. Quello sarà il momento propizio per uscire dal mercato sia che ci troviamo in una situazione che segnala una vincita, sia che ci troviamo in una situazione di perdita.

A nostro avviso, un chiaro e semplice segnale di perdita, che ne determina il momento opportuno per uscire correttamente da un trade è quello di individuare chi sta avendo il controllo sul mercato. Per fare questo bisogna tenere sotto stretta osservazione i Tori e gli Orsi.

Per fare questo consigliamo l’utilizzo di un grafico a candele o CANDLESTICK, poiché l’analisi visiva ci può essere di grande aiuto perchè ci fanno capire chi sta comandando il mercato in un determinato momento.

Per comprendere meglio esaminiamo l’immagine riportata.

grafico-a-candele-chiusura-ainticipata-tarde

Dall’immagine ne possiamo ricavare che:

  1. Long Legged Doji: il mercato ha una forte volatilità ma anche un chiaro equilibrio tra venditori e compratori; in questo caso non ci dobbiamo allarmare;
  2. Dragonfly Doji: se si viene a verificare questo evento, sul finire di un trend ribassista, questo è il segnale che i venditori stanno perdendo terreno e di conseguenza da li a breve ci potrebbe essere una nuova spinta rialzista dominata dai tori;
  3. Gravestone Doji: quando si viene a verificare questo evento, sopratutto sul finir di un trend rialzista, si viene a verificare il caso contrario rispetto al precedente, ovvero saranno i tori a perdere potenza e gli orsi a dominare il mercato;
  4. Four Price Doji: infine l’ultimo grafico, ci indica un mercato caratterizzato da una volatilità quasi nulla, dove vi è un equilibrio costante tra tori e orsi.

Tutte queste chiare informazioni, le possiamo ricavare grazie all’analisi Candlestick; in questo modo ci viene offerta la possibilità di avere tantissime informazioni in merito alla battaglia tra tori e orsi ma se non si conoscono bene le candele giapponesi dell’analisi tecnica, allora bisogna tenere ben in mente le regole di seguito riportate, regole che mostrano chiaramente quando chiudere un trade.

  • Barre che chiudono il prezzo, posizionate ad  1/3 superiore della barra, avremo una prevalenza di tori.
  • Barre che chiudono il prezzo ad 1/3 inferiore della barra, si verifica il caso contrario, quindi di prevalenza degli orsi.
  • Barre che chiudono il prezzo all’incirca a 1/2 della barra, si ha un momentaneo equilibrio del mercato, quindi un equilibrio tra tori e orsi.

Queste 3 regole per altro molto semplici, devono sempre essere tenute in considerazione anche perchè sono molto importanti soprattutto quando dobbiamo valutare se è il momento di chiudere o meno un trade.

Quando si verifica il Gap: i salti di prezzo

Il Gap viene definito come il livello in cui non ci sono state contrattazioni nel mercato e rappresenta nel grafico un vero e proprio buco che può avere differenti interpretazioni tra le quali anche quella di inviare un segnale in cui il trend sta perdendo potenza. In questo caso il Gap avviene in senso opposto al trend in atto.

Bisogna tenere ben presente che un gap con una chiusura molto bassa in un trend rialzista o anche un un gap con una chiusura molto alta in un trend ribassista può essere considerato un ottimo segnale di chiusura del trade indicando anche che i prezzi da li a breve si inizieranno a muovere nella direzione opposta.

Teniamo a precisare che fare l’analisi dei gap è molto importante; questa deve essere effettuata non solo prima di aprire un trade, ma può essere effettuata anche per evitare di partire svantaggiati rispetto al mercato. L’immagine riportata ci aiuta a comprendere meglio quanto detto.

chiusura-ainticipata-tarde-gap

Come possiamo notare dall’immagine, vi è un chiaro esempio di gap, con chiusura abbastanza bassa rispetto alla Shadow nella candela immediatamente successiva. Infatti, in questo caso il prezzo inverte il suo trend subito dopo. In questo caso, se avessimo investito con trade al rialzo, una volta individuato il gap,  avremmo optato per chiudere tutte le posizioni rialziste.

Seguire la regola del tempo

Questa è una regola molto seguita ma dipende tanto anche dalla strategia di trading che adottiamo.

Supponiamo infatti che operiamo nel trading forex con lo Scalping; in questo caso  non possiamo permetterci di tenere aperti i nostri trade per diversi giorni; al contrario invece, se operiamo nel trading con l’Intraday possiamo gestirli per tutto il giorno.

Infine se facciamo trading nel lungo termine non possiamo pretendere di chiudere in profitto le nostre posizioni dopo solo poche ore.

Quindi, sempre in relazione alla strategia, alla personalità e allo stile di trading è di vitale importanza porsi dei limiti temporali sui trade; questo dipende solo ed esclusivamente da noi stessi; in definitiva sta a noi scegliere il giusto tempo per fare trading.

Molti commercianti aprono una posizione usando la tabella a 5 minuti e quando il mercato si muove contro di loro si dirigono verso tabelle con time frame maggiori auspicando di rimanere e resistere nell’affare o nella speranza che il mercato torni indietro.

Molto spesso il passo successivo è quello di ottenere una chiamata a margine perché non sono rimasti soldi che permettono di sostenere il loro trade.

Avere una perdita non vuol dire non sapere cosa si sta facendo. Troppi nuovi traders credono che chiudere in negativo un trade significa che essi siano non idonei o, comunque, non abbastanza acuti per fare trading.

In realtà, i professionisti capiscono che quando tradano corrono anche il rischio di andare incontro a delle perdite. Questa è  l’unica certezza nel trading. Il modo in cui gestisci le posizioni perdenti però è connesso al tuo successo come traders.

E’ necessario convincersi che tutti i trades non possono essere vincenti e circoscrivere quanto possibile tutti gli affari rovinosi in modo da poterli compensare con le posizioni vincenti. Nel forex é buona norma identificare un punto di uscita prima di aprire ogni trades, rispettandolo con fermezza, osservando e analizzando mese  per mese le proprie perfomances sul mercato, così da arricchire sempre di più i punti di riferimento per la nostra operatività.

3 Barre di Joe Ross

Joe Ross, maestro del Trading Online offre la possibilità di sfruttare la regole di chiusura di un Trade: questa prende il nome di regola delle 3 Barre.

Questa regola afferma che se non abbiamo coperto i costi nel periodo di tempo in cui le 3 barre appaiono sul grafico, allora è quello è il momento giusto per uscire dal trade. Questa regola è strettamente legata alla regola temporale.

Quindi stando a quanto detto, se facciamo ad esempio Scalping con un time-frame a 5 min e dopo 3 barre non abbiamo ancora coperto i costi di entrata a mercato, ma sopratutto ci rendiamo conto che il mercato si muove a nostro sfavore, dobbiamo uscire dal trade dopo 3 barre, quindi dopo 15 minuti.

Allo stesso modo facendo trading sul lungo termine, usciremo dal trade dopo 3 giorni ovviamente se la nostra posizione ancora è in perdita.

Queste regole fin qui descritte sono solo alcuni dei consigli su come uscire dai Trade prima di rischiare di perdere il capitale mantenendo aperte delle posizioni perdenti più del necessario o anche per evitare di chiudere Trade vincenti prima del necessario.

Il nostro consiglio per operare nel migliore dei modi per non perdere il proprio capitale o per non incorrere in delle truffe, è quello di utilizzare solo broker Forex regolamentati ed autorizzati come quelli di seguito riportati.

Inoltre per soddisfare al meglio le vostre esigenze di trader, consigliamo di investire al massimo il 5% del vostro intero capitale per ogni operazione. In questo modo evitate di perdere, in caso di chiusura del trade in negativo, l’intero capitale.

Vai alla home per saperne di più sul Forex Trading online

Migliori piattaforme di Trading & Forex

eToro Deposito: 200 $
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65 e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Lascia un commento

Lascia un commento

Non ci sono ancora commenti

Puoi essere il primo a iniziare la conversazione

I tuoi dati sono al sicuro!Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato e i tuoi dati non saranno condivisi con terze persone.

Termini di ricerca:

  • trading chiudere a 1 euro
  • quando chiudere una posizione forex
  • Apri chiudi visual trader
  • chiudere posizione trading
  • tecniche di uscita dal trade forex
  • trade com chiusura conto