La valutazione del rischio di insolvenza ed il ruolo delle agenzie di rating – parte 2

Pubblicato da: Roberto Rossi - il: 22-07-2013 5:59

Nel caso di emittenti di natura pubblica, l’ottica di analisi sarà invece maggiormente focalizzata su variabili di natura macroeconomica. Per quanto riguarda le emissioni governative, per esempio, assumo rilevanza: dati economici di vario tipo quali il reddito pro – capite, il tasso di crescita del Pil, gli investimenti, il tasso di inflazione ed il tasso di disoccupazione; la situazione della bilancia dei pagamenti e del debito verso l’estero; la dimensione, la struttura e le prospettive di espansione del debito pubblico; la stabilità della situazione politica. Per quanto riguarda gli enti locali, invece, allo studio di tali indicatori sia affianca ed in parte sostituisce, l’apprezzamento del quadro istituzionale in cui l’ente si trova ad operare e l’analisi delle caratteristiche peculiari del sistema socio – economico locale. In particolare, il quadro istituzionale risulta molto rilevante, in quanto influenza l’equilibrio economico finanziario dell’ente determinando:

  • Il sistema dei trasferimenti tra amministrazioni pubbliche e, di conseguenza, l’entità ed il grado di stabilità dei flussi delle risorse che affluiscono dall’amministrazione centrale;
  • L’autonomia impositiva del’ente locale ossia la sua capacità di prelievo fiscale diretto;
  • Il grado di responsabilizzazione nella fornitura diretta ed esclusiva di alcuni servizi pubblici

Le informazioni raccolte vengono poi generalmente elaborate attraverso procedure molto standardizzate e mirate a ridurre al minimo la soggettività del procedimento valutativo. A differenza di quanto avveniva fino ai primi anni novanta, le agenzie tendono a formalizzare processi di analisi piuttosto rigidi, articolati e adattati su base settoriale. Il team di valutatori è dunque chiamato ad esprimere il proprio motivato giudizio su una serie di variabili ritenute importanti nello specifico campo di attività del soggetto valutato. I giudizi formulati entrano poi con un peso predefinito nella procedura che conduce alla formulazione del rating finale.

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.