Forex, aperture di Johnson forniscono sollievo alla sterlina

Pubblicato da: Roberto Rossi - il: 03-10-2019 15:31

Il primo ministro britannico Boris Johnson ha aperto la porta a cambiamenti nei suoi piani per la Brexit prima dei colloqui finali con l’Unione Europea. Una flessibilità che ha permesso a Johnson di ottenere delle aperture di sostegno “interne” al Parlamento britannico, e che dunque pongono le basi per una nuova fase più morbida nelle relazioni tra Londra e Bruxelles.

La bozza di piano Brexit del governo britannico, suddiviso in tre documenti, mantiene l’Irlanda del Nord in un’unica zona di regolamentazione con la Repubblica d’Irlanda, separando questa macro area dal resto del Regno Unito. L’amministrazione decentrata dell’Irlanda del Nord a Stormont sarebbe in grado di modificare l’allineamento doganale del territorio ogni quattro anni in base alla proposta di introduzione di una doppia frontiera.

Questa modifica da parte di Johnson ha permesso di ottenere l’ok del Partito Democratico Unionista (DUP), che ha dato la sua benedizione all’idea, nonostante l’idea di un confine alla quale il partito si era precedentemente opposto. Anche i deputati laburisti delle circoscrizioni che hanno votato “Leave” sembrano intenzionati a partecipare con sostegno al piano.

Johnson sostiene che, mentre alcune merci che circolano all’interno del territorio irlandese saranno soggette alle norme doganali, non sarà necessaria alcuna barriera fisica. Ad ogni modo, mancando dettagli più specifici, l’esito dei negoziati con l’UE rimane piuttosto aleatorio. Tale incertezza potrebbe infatti portare a negoziati prolungati e forse a un No ufficiale dell’UE, considerato che il Presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker ha già dichiarato che il piano presenta alcuni punti problematici, pur che i colloqui siano destinati a continuare.

È in realtà piuttosto difficile immaginare che Bruxelles voglia accettare questo piano senza modifiche. Tuttavia, vi sono motivi per essere ottimisti sul fatto che entrambe le parti possano collaborare ancora, utilizzando questa proposta come base per i negoziati e raggiungere un accordo.

L’incertezza sul Brexit – e anche sul commercio globale – sta attualmente pesando in modo serio sull’economia britannica, con gli indici Markit/CIPS Purchasing Managers’ Indexes che inglobano i timori di una recessione. I dati PMI del settore manifatturiero e delle costruzioni sono stati sotto i 50 punti per diversi mesi, mentre il settore dei servizi – il più grande del Regno Unito – era in espansione. La situazione è cambiata a settembre, quando il nuovo comunicato stampa ha dimostrato che anche i dati PMI dei servizi sono scesi a 49,5 punti, suscitando i timori di una recessione. i

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.