Bassi tassi di interesse, l’analisi sui rischi da parte della BCE

Pubblicato da: Roberto Rossi - il: 27-11-2019 11:13

Lo scorso 20 novembre la BCE ha pubblicato la sua Financial Stability Review, un documento nel quale l’Eurotower ha avuto modo di sottolineare i rischi della fase prolungata di bassi tassi di interesse, quale quella che stiamo attualmente vivendo, sebbene le fragilità appaiano al momento ancora limitate ad ambiti piuttosto ristretti.

Il sostegno all’attività economica

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

In particolare, il documento di Financial Stability Review pubblicata mercoledì scorso dalla Banca Centrale Europea, ha sottolineato come l’attuale regime di bassi tassi di interesse sia utile a supportare l’attività economica e, dunque, sia in grado di favorire il contenimento dei rischi. I bassi tassi di interesse e le ampie riserve di liquidità mantengono infatti su livelli molto contenuti i pericoli di una insostenibilità del debito delle imprese non finanziarie e delle famiglie, sebbene con ampie differenze fra i singoli Paesi.

La sopravvalutazione del patrimonio immobiliare

Tra i passaggi più interessi del report c’è poi la stima della sopravvalutazione (in media, il 7%) della proprietà immobiliare residenziale nell’Eurozona, indicando in Olanda, Lussemburgo e Austria i Paesi con la maggiore divergenza, ma segnalando la presenza di una sopravvalutazione non risibile anche in Francia, Portogallo e Spagna. La BCE ha poi condiviso criticità potenzialmente maggiori nel comparto commerciale, a motivo della maggiore incidenza degli investitori esteri.

La redditività delle banche

Ancora, la FSR della BCE ha evidenziato un ulteriore peggioramento delle prospettive per la redditività delle banche, anche per fattori che non sono direttamente collegati al regime di bassi tassi di interesse, come l’eccessivo numero di operatori. Il report invita dunque a valutare dei processi di aggregazione, che potrebbero aiutare il sistema bancario a migliorare la redditività.

Conclusioni

A margine della lettura della FSR, emerge dunque l’impressione che nel prossimo futuro le autorità di supervisione rafforzeranno le misure macroprudenziali per contrastare l’aumento dei rischi di instabilità finanziaria, alcuni dei quali sono abbastanza chiari in ambiti come quelli sopra indicati.

Sul fronte delle prospettive economiche e di politica monetaria, la BCE è sembrata adottare toni un po’ più ottimistici sul futuro. Alcuni suoi membri hanno recentemente rimarcato la previsione di una ripresa dell’economia nel 2020, nonché una risalita dell’inflazione verso l’1,5% nel 2021. Un ottimismo che nei mercati finanziari fa pensare alla possibilità di una pausa di riflessione, prima che la BCE implementi ulteriori azioni. Il resoconto della riunione dello scorso 24 ottobre (l’ultima di Mario Draghi) ha indicato che “il consiglio direttivo ha bisogno di monitorare la trasmissione delle proprie misure di politica monetaria e l’informazione in arrivo sull’economia”, lasciando dunque intendere l’avvio di una fase attendista.

Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

1
eToro
Deposito minimo
200$
Il nostro punteggio
10
100% Azioni - 0 Commissioni
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTrade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Broker con più regolamentazioni
Copy trading
Segnali di Trading
3
ROInvesting
Deposito minimo
215€
Il nostro punteggio
9
Licenza: CySEC / MiFID II
A.C. Milan PARTNER
Investi con Paypal
4
101Investing
Deposito minimo
250$
Il nostro punteggio
9
Licenza: CySEC
Gran numero di valute e criptovalute
Deposito min: 250 $

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.