Tobin tax: la scure di Borsa Italiana, salvi i traders online

Pubblicato da: Roberto Rossi - il: 27-11-2012 9:00

Tra alta finanza, politica e governo è in atto un contenzioso sulla questione della tassazione delle transazioni finanziarie definita Tobin Tax ed inserita nella legge di stabilità. L’imposta pari allo 0.5% sulle compravendite di titoli azionari ed altri strumenti di partecipazione societaria é un costo non indifferente per i traders direzionali.

 

Tuttavia, una consistente offensiva é stata impostata da parte di potenti lobby bancarie il cui target è bonificare quella parte delle normative fiscali che gravando anche sugli strumenti derivati affosserebbe un comparto già in crisi che ha costantemente distribuito dividendi e profitti a manager e a piccoli investitori.

 

Il ministro Vittorio Grilli, secondo fonti parlamentari, ha autorizzato la riscrittura del testo del TTF che é stato condiviso da Giuseppe Vegas, attuale presidente di Consob. La nuova formulazione elaborata dal Dicastero del Tesoro, con la consulenza dell’ Autorità di Vigilanza dei Mercati Finanziari e la Borsa, esenta da gravame fiscale le operazioni su strumenti derivati salvo quelle su titoli azionari.

 

Una correzione, dunque, che preserva i profitti acquisibili da transazioni spot e allo scoperto di operatori su rete over the counter, che di riflesso farà aumentare il giro d’affari dei mercati non regolamentati.

 

Per quanto riguarda le operazioni speculative su Borsa italiana, è tassato solo il saldo di fine giornata e non le eventuali operazioni di scalping ad altissima frequenza pari spesso a migliaia di operazioni per seduta.

 

La disciplina tributaria in fieri, del TTF, di fatto peserà principalmente su Borsa Italiana che, controllata da London Stock Exchange e la cui fusione è avvenuta nell’ottobre 2007, con una conseguente flessione dei posti di lavoro passerà “ufficialmente” sotto il dominio della Borsa di Londra, epicentro del trading mondiale.

 

Appuntamento a domani su forexguida.com 


Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.