Swap e rapporti di cambio

Pubblicato da: Roberto Rossi - il: 06-03-2012 8:20

Generalmente il rapporto di cambio esprime di riflesso le condizioni di salute di una valuta rispetto all’altra. Fino a poco meno di vent’anni fa , il forex era uno strumento alla portata di istituzionali o di traders che a disposizione avevano importanti patrimoni. Oggi i mezzi informatici e la vasta diffusione sulla Rete di intermediari finanziari permettono a chiunque di investire facilmente e anche con pochi soldi negli scambi di valuta.

 

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community e condividi le tue strategie di trading. La funzione di 🥇CopyTrader™ ti permette di copiare in maniera automatica le performance del portafoglio dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community e condividi le tue strategie di trading. La funzione di 🥇CopyTrader™ ti permette di copiare in maniera automatica le performance del portafoglio dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

Quando si negoziano i cambi si compra una valuta (currency) e si vende automaticamente l’altra, per questo vengono sempre considerati in coppia. Se ad esempio, voglio acquistare, “Buy”, la coppia Eur/Usd, intendo automaticamente vendere il dollaro USA presupponendo che il mercato assumera quella direzione, cioè che l’euro rafforzerà il suo valore nei confronti del dollaro.

 

Se invece reputo che sarà il dollaro ad incrementare sull’euro, allora comprerò Usd e venderò Eur mediante un’ operazione di “Sell” sul cross (equivalente di coppia). La prima delle due valute é denominata “base currency” mentre la seconda “quote currency” o “counter currency”. Quando compro la valuta base e quindi vendo la seconda, la quote, tecnicamente si dice, “andare long”, posizione lunga, viceversa comprare la quote currency e vendere la base, viene detto “andare short”, oppure, posizione corta.

 

Fatte queste semplici premesse affrontiamo ora un argomento spesso erroneamente trascurato come lo swap. Quando decido di acquistare euro maturo un tasso a mio favore che ogni giorno verrà caricato in portafoglio. Al contrario, se vendo dollari dovrò pagare il tasso che viene riconosciuto a questa divisa. La differenza fra quello che incasso del tasso in euro e quello che pago del tasso in dollari produce una plusvalenza o una minusvalenza.

 

Il profitto o la perdita che risulta da questa relazione é definito swap. Cercando di essere più preciso, aggiungo che lo swap è una strategia vera e propria che caratterizza e amplia l’aspetto fortemente speculativo del foreign exchange market. Sintetizzando, il  “forex swap”, é una specifica procedura in cui si tende ad un guadagno futuro a scapito di un profitto immediato. Per questo motivo, ed in linea di massima, esso è adatto ai traders più esperti, capaci di gestire l’emotività con un controllo assoluto, abituati a non cedere alle eccessive pressioni derivanti dai mutamenti delle situazioni di mercato.

 

La definizione letterale di “Swap” é  traducibile come “baratto”, poiché ricorda proprio l’applicazione di questa antica misura di commercio, ma oggi, nell’era delle transazioni globali, essa si puntualizza nello scambio di una medesima quantità di denaro di diversi paesi. Le tecniche di applicazione del “forex swap”, sono due. La prima si basa sugli interessi, l’ Interest Rate Swap e presume che un soggetto si impegna nell’acquisto di un titolo a tasso variabile, che poi rivenderà ad un nuovo acquirente.Quest’ultimo, successivamente, prevederà di acquisire un titolo a tasso fisso, girando gli interessi al primo operatore.

 

L’altra modalità, invece, denominata “Currency Swap” si attua mediante un contratto, il cui oggetto é lo scambio di una stessa quantità di denaro ma di differente valuta. In quest’ultimo caso, l’utile si “fabbrica”  grazie alla differenza di valore con il quale il trader riesce a scambiare la moneta. Il Forex Swap è un metodo di profitto prevalentemente adottato dalle istituzioni, infatti la flessibilità nella gestione dei volumi di moneta straniera detenuta nelle casse degli organismi finanziari determina spesso un guadagno importante.

 

 

Appuntamento giovedì su forexguida.com

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

Broker Caratteristiche Vantaggi Conto Demo
eToro
  • Licenza: CySEC – FCA – ASIC
  • Social Trading
  • Deposito min: 200 $
Piattaforma N.1 al mondo per il Social Trading Prova Gratis eToro opinioni
AvaTrade
  • Broker con più regolamentazioni
  • Copy trading
  • Segnali di Trading
Trading CFD e con le opzioni vanilla Prova Gratis AvaTrade opinioni
ROInvesting
  • Licenza: CySEC
  • Sponsor A.C. Milan
  • Investi con Paypal
Formazione Trader Prova Gratis ROInvesting opinioni
Markets.com
  • Trading CFD con Marketsx
  • Metatrader 4 e 5;
  • Negoziazione di azioni con Marketsi
Ampia scelta di asset e piattaforme Prova Gratis Markets.com opinioni

* Trading in CFD. Il tuo capitale è a rischio.

Termini di ricerca:

  • rapporti swap