Scambi di valuta e coefficiente theta delle opzioni

Pubblicato da: Roberto Rossi - il: 20-03-2012 7:55

trading_blog_2L’opzione è un contratto di borsa in base al quale il sottoscrittore o il venditore cede all’acquirente, il diritto di vendere (opzione put) o acquistare (opzione call) ad un prefissato strike price ( c.d. prezzo di esercizio) un sottostante come un cross valutario. Sinteticamente descritto l’aspetto contrattuale é utile prendere in considerazione il riflesso che i coefficienti di sensibilità , c.d. greche, possono avere sul principale rapporto di cambio o su qualsiasi altro strumento finanziario.

 

Il coefficiente theta suggerisce di quanto si modificherà il prezzo (premio) al trascorrere di un’unità di tempo che in genere equivale ad un giorno. Il theta per opzioni acquistate è negativo poichè al passare del tempo diminuisce il valore del premio. Il theta per le opzioni vendute,invece, è positivo poichè il tempo modifica favorevolmente il premio dunque le prospettive di profitto prodotte dal titolo.

 

Ad esempio, se il rendimento dell’opzione è pari a 100 e theta è pari a +1, alla successiva sessione, presunto che theta sia lo stesso, il valore del premio dell’opzione sarà corrispondente a 101. Theta è più alto per le opzioni at the money e per le posizioni a breve scadenza. Infatti, minore è il tempo che manca alla liquidazione e ogni giorno sarà peggiore sia per il compratore che per il venditore dell’opzione.

 

La derivata tempo, pertanto, é un fattore di stabilità e alimenta il consolidamento delle posizioni assunte dagli operatori istituzionali negli scambi di valuta e nella catena dei derivati in cui questo tipo di contratti sono trattati prevelentemente SELL OTM. Nel merito, sia quando vendiamo puts o/e vendiamo calls, poiché l’incremento del theta é favorito o quanto meno realizzabile dal tempo speso nella negoziazione, ne deriva l’ulteriore conseguenza che una variazione dell’interest di uno strike sulla tabella delle opzioni può determinare una forte deviazione della quotazione del sottostante.

 

In breve, e cercando di arrivare al punto, nel caso in cui al sottostante avremo un rapporto valutario dove alcune quotazioni sono dotate di un significativo open interest dedurremo un rappresentativo livello di prezzo anche sul foreign exchange market, ovvero un supporto nel caso di put ed una resistenza nel caso di call fino a quando le transazioni allo strike price esaminato rimarranno simili o pressoché stabili perché abitualmente sostenute dal fattore theta.

 

Appuntamento a giovedì su forexguida.com      

 


Vai alla home per saperne di più sul Forex Trading online

Migliori piattaforme di Trading & Forex

eToro Deposito: 200 $
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65 e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Lascia un commento

Lascia un commento

Non ci sono ancora commenti

Puoi essere il primo a iniziare la conversazione

I tuoi dati sono al sicuro!Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato e i tuoi dati non saranno condivisi con terze persone.

Termini di ricerca:

  • indicatore theta