Quando si sbagliano le operazioni

Pubblicato da: Roberto Rossi - il: 31-01-2013 14:51

Tutti i traders compiono transazioni profittevoli ed altre sbagliate. Accettare gli errori è un segnale di esperienza e di maturità. Inoltre, soffermarsi a comprendere che cosa si é equivocato o mal interpretato migliora le capacità previsionali dell’operatore negli scambi futuri.

 

L’errore é una componente inevitabile della carriera di ogni trader, é naturale che sia cosi, perchè nell’arena finaziaria per ogni trader che guadagna ce n’é uno che perde. L’aspetto competitivo più evidente si concentra nella capacità dell’investitore di capire in quale direzione sono immesse la maggiori quantità di denaro che fanno muovere i prezzi, e’ un lavoro complesso ma verosimile, che richiede tempo e applicazione.

 

In questo tipo di impegno il pericolo sta nel porsi di fronte ai mercati con l’atteggiamento del giocatore, generalmente latente nei gestori di titoli e sottostanti ad alto rendimento, che nei momenti di difficoltà può superare i livelli consentiti dalla ragionevolezza.

  

Le emozioni che si avvertono dopo un’operazione in perdita possono allinearsi negativamente durante le fasi meno produttive delle performance finanziarie. Una prima operazione in perdita è normale, la seconda da fastidio, la terza può generare rabbia, e nel caso di una successiva si esaurisce la fiducia in se stessi ed in quello che si sta facendo.

 

A questo punto può insinuarsi un distorto e patologico desiderio di rapido recupero delle perdite subite, possibile in un’unica operazione, quando lo scambio venga dopato da un leveraggio sproporzionato. Dal punto di vista economico ci si mette in una situazione via via sempre più scomoda che alimenta i livelli di stress e svaluta le competenze eventualmente raggiunte fino a quel momento.

 

Se l’operazione in cui si é puntato tutto il recupero dovesse andar bene il danno per l’operatore sarebbe doppio. Infatti, in una nuova situazione simile il trader replicherebbe lo stesso comportamento esponendosi a rischi elevatissimi in cui può accusare uno shock tale da abbandonare definitivamente un’attività che poteva restituire ben altre soddisfazioni.

 

Trading blog torna l’11 febbraio

 

 


Vai alla home per saperne di più sul Forex Trading online

Migliori piattaforme di Trading & Forex

eToro Deposito: 200 $
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65 e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Lascia un commento

Lascia un commento

  1. marino
    #1 marino 5 febbraio, 2013, 10:14

    ciao vincenzo, e un momento un po particolare dalle opzioni non ci sono particolari indicazioni, pensi che ci possa essere uno storno dopo un piccolo rialzo dei prezzi?136 dovrebbe essere un area di resistenza e a 134 si sono piazzati circa 2000 contratti la settimana scorsa..credi si tornera giu a testare quel livello!!grazie..e ti ricordo che avevi promesso a noi lettori del blog un video su come calcolare l’area di redditività con tos!!grazie di nuovo buon lavoro

    Reply this comment
  2. vincenzo
    #2 vincenzo 5 febbraio, 2013, 18:22

    Ciao Marino, al momento sono in vacanza e solo di sfuggita ho saputo del pestone di lunedi di euridollaro.Penso che si potratornare a 1.34-1.33 per eventuali prese di beneficio.Per i video non c,e’ problema vivo da40 anni in prov. Di roma masoni suculo e giu la parola siamo abituatu a mantenerla…:-) Ciao Vincenzo

    Reply this comment
  3. marino
    #3 marino 6 febbraio, 2013, 08:06

    ah ah ah!!!grazie vincenzo sei un grande!!buone vacanze e scusa per il disturbo!! 😆

    Reply this comment

I tuoi dati sono al sicuro!Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato e i tuoi dati non saranno condivisi con terze persone.