Il volume: che cos’è e quanto è importante nel Forex ?

Pubblicato da: Roberto Rossi - il: 17-04-2018 15:44

Cos’è il volume?

Si tratta di un concetto piuttosto semplice: il volume è il totale di scambi durante un dato periodo di tempo. Di solito si tratta di una giornata di contrattazioni, ma a seconda del timeframe che si imposta per analizzare un grafico è possibile osservare il volume di scambi a 1, 5, 15, 30, 60 minuti e così via. Maggiore è il numero di scambi, maggiore sarà il volume. Osservando l’andamento del volume possiamo individuare l’emergere di un trend proprio come già facciamo con il prezzo.

Come si interpreta il volume?

🚀 Rendimento fino al 19% annuo? Investimenti in Prestiti: ottieni rendite passive con NIBBLE FINANCE👍 Investimenti a partire da 10 € ✅ Scegli una strategia di investimento in base alle tue preferenze in termini di redditività e rischio… Scopri di più >>

🚀 Rendimento fino al 19% annuo? Investimenti in Prestiti: ottieni rendite passive con NIBBLE FINANCE👍 Investimenti a partire da 10 € Scegli una strategia di investimento in base alle tue preferenze in termini di redditività e rischio… Scopri di più >>

Interpretare il volume è alla base della previsione dei trend: fortunatamente, è abbastanza semplice capire se stiamo osservando una normale fluttuazione del prezzo o un’inversione di tendenza, in pratica funziona così nella maggior parte dei casi:

Se il volume tende a seguire la direzione del prezzo si tratta di una normale fluttuazione: stiamo osservando un trend stabile. Quando invece il volume e il prezzo iniziano a muoversi in direzioni diverse è probabile che si stia verificando un’inversione di tendenza.

Il volume è inoltre utilissimo nella previsione delle fluttuazioni del prezzo, quando il volume diminuisce, è probabile che diminuirà anche il prezzo, viceversa, una crescita nel volume potrebbe indicare che il prezzo sta per aumentare. L’osservazione del volume si rivela molto utile quando scegliamo di acquistare o vendere un asset.

Trading con gli indicatori di volume

Indicatore On Balance Volume

L’indicatore On Balance Volume è stato introdotto da Joseph Granville nel 1963, e tutt’oggi, viene considerato come uno degli indicatori di volume più affidabili in circolazione. L’indicatore On Balance Volume, spesso abbreviato in indicatore OBV, si occupa di monitorare i volumi di scambio, e si basa sul seguente principio:

  1. Un aumento dei volumi in entrata rappresenta un movimento rialzista dei prezzi;
  2. Una diminuzione dei volumi in uscita rappresenta un movimento ribassista dei prezzi;

L’indicatore On Balance Volume è stato uno dei primi indicatori creati per calcolare il flusso dei volumi in entrata ed in uscita, e sin da allora, viene quotidianamente utilizzata da migliaia e migliaia di trader in tutto il mondo. Ma come utilizzare l’indicatore On Balance Volume nel trading online quotidiano? Vediamolo insieme aiutandoci con delle immagini.

Come possiamo vedere dall’immagine qui sopra, l’indicatore OBV viene usato per convergenza: ovvero, i prezzi si muovono nella stessa direzione dell’indicatore OBV. Se l’indicatore On Balance Volume è in aumento, lo sono anche i prezzi; viceversa, se l’indicatore On Balance Volume è il calo, come possiamo proprio vedere nel nostro esempio, anche i prezzi sono in calo. Diamo un’occhiata invece all’immagine qui sotto per vedere un altro utilizzo dell’indicatore OBV.

In questo esempio, possiamo vedere come l’indicatore OBV venga usato sfruttando le divergenze che si vengono a creare tra l’andamento dei prezzi e l’indicatore OBV stesso. Una divergenza avviene ogniqualvolta l’indicatore si muove in una direzione, mentre i prezzi si muovono nella direzione opposta. Perciò, le divergenze dell’indicatore OBV avvengono quando:

  1. Divergenza rialzista: viene a formarsi quando l’indicatore OBV forma dei minimi crescenti (perciò è in rialzo), mentre i prezzi formano minimi decrescenti (perciò i prezzi sono in ribasso). Questo è un segnale di potenziale rialzo.
  2. Divergenza ribassista: viene a formarsi quando l’indicatore OBV forma dei massimi decrescenti (perciò è in ribasso), mentre i prezzi formano massimi crescenti (perciò i prezzi sono in rialzo). Questo è un segnale di potenziale ribasso.

Indicatore Money Flow Index

 Un altro indicatore di volume spesso utilizzato è proprio il Money Flow Index, un indicatore che utilizza sia i prezzi che il volume per calcolare i migliori momenti per comprare e vendere.  L’indicatore Money Flow Index è stato creato da Gene Quong e Avrum Soudack, ed è conosciuto anche come l’indicatore RSI basato sui volumi. L’indicatore Money Flow Index oscilla tra zero e cento, e viene usato soprattutto per identificare potenziali inversioni di trend.

Uno dei migliori modi per usare l’indicatore Money Flow Index è cercare le zone di ipercomprato e ipervenduto. Diamo un’occhiata al grafico sottostante per capire come.

 

Qui sopra possiamo vedere due situazioni di ipervenduto mostrate dall’indicatore Money Flow Index, e come i prezzi poi abbiano reagito invertendo il trend proprio in quei punti. Più precisamente, l’indicatore Money Flow Index si trova nelle situazioni di ipervenduto e ipercomprato quando:

Ipervenduto: l’indicatore Money Flow Index si trova al di sotto del valore 20. Questo valore può essere ulteriormente abbassato a 10 per ricevere segnali molto più affidabili, ma sicuramente in quantità molto minore. Una situazione di ipervenduto segnala un potenziale imminente rialzo nei prezzi.

Ipercomprato: l’indicatore Money Flow Index si trova al di sopra del valore 80. Questo valore può essere ulteriormente alzato a 90 per ricevere segnali molto più affidabili, ma sicuramente in quantità molto minore. Una situazione di ipercomprato segnala un potenziale imminente ribasso nei prezzi.

Inoltre, potete testare le nostre strategia sui volumi, scaricando dal sito FiboGroup.it la piattaforma di forex più utilizzata al mondo, la Metatreder 4 o 5.

Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
100% Azioni - 0 Commissioni
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
Capex.com
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Piattaforma di proprietà e MetaTrader 5
Licenza: CySEC
Strumenti Intregrati
3
BDSwiss
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Licenza: CySEC - BaFin- NFA - FSC - FSA
Oltre 250 coppie Forex e CFD su azioni, indici, energie e metalli
MetaTrader 4 e 5
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
8
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Termini di ricerca:

  • cosa sono i volumi forex
  • cosè il volume nel forex
  • ETFinance: quant è il volume?
  • forex volume
  • indicatori di volume nel forex