Leva e Margine, un approfondimento

Pubblicato da: Roberto Rossi - il: 28-04-2009 23:09
leva e margineCi sono diverse ragioni per cui molti traders sono attratti dal mercato valutario, una di queste è la possibilità di operare con la leva (en leverage).
Sicuramente molti di voi avranno sentito parlare di leva, ma solo in pochi hanno un’idea chiara di che cosa sia la leva, di come funzioni e del suo effettivo impatto sul trader.

La leva finanziaria genericamente comporta che qualcuno (il trader) si faccia prestare dei soldi da un altro soggetto (il broker) per operare su grandi quantitativi di soldi (lotti).
Una leva comporta un certo margine richiesto per operare, il calcolo del margine è semplice:

Mettiamo che voglia operare su un lotto standard per il cross USD/CHF. Il lotto standard è di $100000

Se opero con una leva 50:1 mi verrà richiesto un margine di $100000/50= margine richiesto $2000
Se opero con una leva 100:1 mi verrà richiesto un margine di $100000/100= margine richiesto $1000
Se opero con una leva 200:1 mi verrà richiesto un margine di $100000/50= margine richiesto $500

Questo non influisce assolutamente sulla quantità acquistata poichè, in ogni caso, ho acquistato $100000 dollari in valuta.

Perchè i brokers allora usano la leva? Mi conviene sempre usarla?

In realtà la leva è un’arma a doppio taglio. Tenendo presente il fatto che nel mercato del forex i movimenti sono dell’ordine di pips, ovvero dell’ordine di millesimi o di decimillesimi di un cross, trattare su grandi lotti ci permette di eseguire operazioni che portino a profitti decenti, altrimenti si avrebbero profitti di frazioni di centesimi!
Ovviamente questo vale anche per le perdite, quindi bisogna stare attenti.

Quali sono i rischi di una leva eccessiva?

Più alta è la leva più grossi sono i rischi che il trader si assume, facciamo un esempio.

Ci sono 2 traders A e B che hanno un capitale di $10,000 e decidono di fare un ordine in short sul cross USD/JPY.
A sceglie di applicare una leva 50:1, quindi investire tutto il suo capitale e vendere $500000 per JPY.
Mettiamo che USD/JPY è a 120, un pip di un lotto standard è quindi valutato $8,30. Quindi per ogni pip il trader A vedrà muovere il suo profit & loss di $41,5 circa.
Mettiamo il caso che il trend sia contratio all’investimento e il trader A perda 100 pips, egli avrà quindi subito una perdita di $4150.

Il trader B invece applica una leva 5:1 e quindi investe tutto il suo capitale con un ordine in vendita di $50000 per JPY.
Quindi a parità di prezzo, il pip di un lotto standard sarà sempre valutato $8,30, ma avendo comprato solo mezzo lotto se il trader B dovesse subire una perdita di 100 pips egli in realtà sarà sottoposto ad una perdita reale di $415, un decimo del trader A.

Volendo fare i conti in tasca ai due traders, dopo questo investimento errato, al trader A rimangono solo $5850, mentre al trader B rimangono ancora $9585.
E’ fuori discussione che rischiando di più si può guadagnare di più, però bisogna sempre tener conto dei rischi.
In definitiva prima di usare una leva è sempre bene misurare il rischio reale che stiamo correndo, ovvero misurare quanto un’oscillazione minima possa influire sul nostro capitale e scegliere la leva da usare in base al rischio che il nostro capitale può sopportare.

Vai alla home per saperne di più sul Forex Trading online

Migliori piattaforme di Trading & Forex

eToro Deposito: 200 $
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65 e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Lascia un commento

Lascia un commento

Non ci sono ancora commenti

Puoi essere il primo a iniziare la conversazione

I tuoi dati sono al sicuro!Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato e i tuoi dati non saranno condivisi con terze persone.