Riconoscere massimi e minimi di prezzo

Pubblicato da: Roberto Rossi - il: 29-01-2013 20:43 Aggiornato il: 21-07-2017 11:32
Nella maggior parte dei casi è semplice riconoscere punti di massimo e punti di minimo di prezzo, purtroppo però ci sono delle volte in cui tali movimenti risultano essere incerti descrivendo situazioni che, ad una prima occhiata, non sono ben inquadrabili nello schema normale. Per riconoscere i massimi e i minimi autentici ci viene in aiuto l’analisi tecnica che, grazie ai suoi principi frutto di statistiche effettuate, ci da quantomeno una linea guida da seguire. Come regola fondamentale dobbiamo tenere conto che un movimento di correzione, ossia un movimento di prezzo che va in direzione opposta a quella dell’andamento principale, può ripercorrere da 1 a 2/3 della precedente tendenza.
Riconoscere massimi e minimi di prezzo
Questa semplice regola già ci permette di operare investimenti più sicuri, infatti, se ci trovassimo in presenza di una fase di correzione che superasse tale limite ( 2/3 ) dovremmo iniziare ad avere dei sospetti ed osservare quindi l’andamento del mercato per poter capire se si tratta di una fase di correzione o di un passaggio tra una fase rialzista e una fase ribassista di mercato. Tuttavia può anche capitare, seppur raramente, di avere una fase di correzione che ripercorra il 100% del precedente rialzo. In questo caso risulta molto difficile comprenderne la natura e l’atteggiamento migliore è quello di osservare evitando di correre rischi inutili.
ATTENZIONE ALLE FASI DI CONSOLIDAMENTO 
Bisogna porre particolare attenzione alle fasi di consolidamento, ossia, alle fasi laterali che culminano alla fine di un rialzo marcato. Di solito una fase laterale può indicare solo due vie: o la continuazione della tendenza prevalente o la sua inversione. Per comprendere quale sia il futuro andamento dei prezzi in questo caso bisogna tracciare le linee di tendenza che definiscono la fase laterale e aspettare che il prezzo infranga una delle due linee per poi continuare la direzione intrapresa. Quando il prezzo infrange una delle due linee una buona strategia è quella di aspettare che si formi il primo punto di massimo o di minimo per poi investire nella direzione che il prezzo ha intrapreso, direzione che definiremo principale.

Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

Broker Caratteristiche Vantaggi Conto Demo
eToro
  • Licenza: CySEC – FCA – ASIC
  • Social Trading
  • Deposito min: 200 $
Piattaforma N.1 al mondo per il Social Trading Prova Gratis eToro opinioni
Plus500
  • Licenza: CySEC
  • Vasta scelta di CFD
  • Deposito min: 100 €
Piattaforma per professionisti - Vasta scelta di CFD Prova Gratis Plus500 opinioni
ROInvesting
  • Licenza: CySEC
  • Sponsor A.C. Milan
  • Investi con Paypal
Formazione Trader Prova Gratis ROInvesting opinioni
IC Markets
  • Licenza: ASIC
  • Broker NO ESMA
  • Leva finanziaria alta
Broker NO ESMA - leva finanziaria alta Prova Gratis IC Markets opinioni

* Trading in CFD. Il tuo capitale è a rischio.

Termini di ricerca:

  • indicatore massimi e minimi
  • come identificare i massimi e minimi trading
  • minimi nel forex
  • massimi e minimi relativi forex