Come leggere il bilancio d’esercizio ( seconda parte )

Pubblicato da: Roberto Rossi - il: 20-04-2012 11:55

alt

 

 

Ieri abbiamo introdotto la prima parte di come leggere un bilancio, oggi cercheremo di entrare nello specifico, trattando in maniera più completa e pratica la lettura e la comprensione di un bilancio. Ti ricordo che la lettura e la comprensione del bilancio risulta essere molto utile ai fini della valutazione di un’azienda.
 
Il bilancio è composto da:
 
  • Conto economico
 
  • Stato patrimoniale
 
  • Nota integrativa 
 
  • Allegati
 
Il conto economico
 
In buona sostanza il conto economico è quella parte del bilancio in cui vengono riportati i dati relativi ai movimenti economici di un’azienda, ossia, i ricavi e le spese totali di esercizio. La differenza tra le spese e i ricavi ci indicherà l’utile conseguito o la perdita operativa. Va fatta una piccola precisazione: nel risultato operativo vi è la differenza tra ricavi e spese senza la detrazione delle dovute tasse, se dal risultato operativo vengono detratte le tasse si ha l’utile netto o utile di esercizio.
 
Lo stato patrimoniale
 
Lo stato patrimoniale indica le componenti patrimoniali dell’azienda, ossia, i settori in cui l’azienda ha impiegato i propri soldi e cosa all’azienda fornisce soldi. Anche se questa trattazione può sembrare semplicistica a chi ha già nozioni di lettura del bilancio, risulta essere utile a chi è a digiuno di conoscenze in materia e che, quindi, non riuscirebbe a comprendere la trattazione se si utilizzasse un linguaggio molto più tecnico.
 
Gli attivi dello stato patrimoniale vengono chiamati anche Impieghi, proprio perché rappresentano come sono stati impiegati i soldi dell’azienda.
I passivi vengono anche chiamati fonti, perché rappresentano le fonti da cui proviene il capitale.
 
La nota integrativa
 
Questo è un documento aggiuntivo che descrive i metodi di valutazione e redazione del bilancio.
 
Gli allegati
 
Gli allegati rappresentano dei documenti che integrano le informazioni del bilancio, alcuni di questi risultano essere obbligatori perché sanciti dalla legge, altri sono del tutto facoltativi. Negli allegati possiamo ad esempio trovare i bilanci delle aziende controllate o le analisi finanziarie.


Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.