Voglia D’Africa – Nuovi spot dove investire

Pubblicato da: Roberto Rossi - il: 25-10-2010 12:21
investire_africaLo si era già accennato nell’articolo sui nuovi paesi emergenti. I mercati africani da inizio anno hanno mostrato, secondo l’indice Morgan Stanley Capital International, un aumento del 23% sorpassando i paesi asiatici e attirando l’attenzione dei fondi comuni.
Il potenziale di sviluppo dell’Africa.
Soffermiamoci per prima cosa sulle condizioni macroeconomiche. Se si da un ‘occhiata a come è cresciuto  il PIL reale dal 2001 al 2009, in base ai dati di Sociètè Generale, si può notare come questa crescita sia di circa 1,5 punti percentuali superiori a quella dei paesi sviluppati.  Non si dimentichi, inoltre, che il 2009 è stato il quindicesimo anno consecutivo di crescita del PIL procapite.
Le ingenti risorse ancora da sfruttare e i cambiamenti in atto in ambito sociale fanno ben sperare nel continuo sviluppo del continente africano. 
Concentriamoci ora sull’assetto finanziario della zona. L’Africa ha 28 mercati azionari di cui 11 nati a partire dal 1985. L’incidenza dei listini africani sulla totalità delle borse emergenti è tutt’altro che trascurabile. Infatti, in termini di capitalizzazione, rappresentano l’8-9%.  Le differenze tra Nord e Sud Africa, però, risultano importanti: al primo posto si posiziona il Sud Africa con 467,8 miliardi di dollari di capitalizzazione seguito da Egitto (80,2 miliardi), Marocco (68,4 miliardi), Nigeria (37,8 miliardi) e Kenya (13,3 miliardi).
Chi ha voglia d’africa?
Maggiore interesse verso i paesi africani è stato mostrato dai colossi europei delle telecomunicazioni e dei beni di consumo e non solo il tradizionale settore delle materie prime.
Per fare alcuni esempi Vodafone ha insediato la propria attività  in Africa sub-sahariana, Ghana e Sud Africa mentre France Télécom è presente in molti paesi della zona nord occidentale. Questo è facilmente spiegabile: secondo la Banca Mondiale, negli 11 maggiori paesi africani, il numero di utilizzatori di cellulari è passato ai 13 miioni del 200 ai 235 milioni del 2008, lievitando di circa 20 volte.
Il settore bancario, ancora poco sviluppato, ha enormi potenziali di crescita e per questo motivo Hsbc e Standard Chartered stanno competendo per acquisire la Nedbank, quarta maggiore banca del Sud Africa.
Il settore dei consumi privati, anche grazie all’espansione della classe media, è destinata a diventare il maggiore driver della crescita del PIL. Non per altro il gruppo americano Walmart non ha nascosto il suo interesse per la Massmarket, terza catena distributiva sudafricana.
Elisa Ghione


Vai alla home per saperne di più sul Forex Trading online

Migliori piattaforme di Trading & Forex

eToro Deposito: 200 $
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65 e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

Lascia un commento

Non ci sono ancora commenti

Puoi essere il primo a iniziare la conversazione

I tuoi dati sono al sicuro!Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato e i tuoi dati non saranno condivisi con terze persone.