Le conseguenze del Fiscal Cliff

Pubblicato da Luca M -
alt
 
l’ultimo articolo dell’Economist esordisce con una frase abbastanza significativa che esprime significativamente il pericolo a cui sta andando incontro l’economia statunitense: “Alcuni pericoli sono più facili da schivare rispetto ad altri. Il pericolo fiscale americano è facile da vedere, ma i piloti stanno discutendo per avere il controllo mentre l’economia precipita verso il disastro”.
 
IL PERICOLO IMMINENTE DEL FISCAL CLIFF
 
È un periodo di estrema incertezza quello che regna negli USA ultimamente. Gli Stati Uniti rischiano di entrare in recessione entro fine anno e questa non è di certo una previsione pessimistica. Dal sondaggio della 

National Federation of Independent Business sono emersi viene fuori un quadri semplicemente sconvolgente. L’organizzazione ha stilato una top ten di dei problemi maggiori a carico delle imprese americane, diamo un’occhiata: 

 
1) Costo dell’assicurazione sanitaria,
2) incertezza sulle condizioni economiche,
3) costo del carburante,
4) incertezza sulle azioni del governo,
5) regolamentazione irregolare di governo,
6) tasse federali sul reddito d’impresa,
7) complessità fiscale,
8) frequenti variazioni a leggi federali,
9) tasse di proprietà,
10) imposte statali sul reddito d’impresa.
 
Purtroppo in un periodo così delicato in cui ci sarebbe bisogno di trovare subito una soluzione per evitare il disastro, la classe politica USA non fa altro che attaccarsi a vicenda. Ultimamente i Democratici e i Repubblicani non riescono a trovare un punto di incontro se non quello di accusarsi a vicenda. 
 
COSA POTREBBE ACCADERE
 
Il disastro sembrerebbe quasi inevitabile, sino ad ora non si è giunti ad una soluzione, nonostante molte istituzioni hanno sollecitato il Congresso a trovare una soluzione che difenda gli americani dal fiscal cliff. Allo scadere dei tagli fiscali promossi dal governo Bush scadranno moltissime misure legate sia al mondo del lavoro, sia alla sanità e sia alla sospensione del carico fiscale. In un clima del genere già solo l’incertezza ha portato ad un aumento della disoccupazione dell’1%. Le imprese non investono ne assumono in vista di un futuro incerto e di prospettive a dir poco catastrofiche. 


Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.forexguida.com.

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram

Migliori Piattaforme di Trading

Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
* Avviso di rischio

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.