La bolla dei tulipani

Pubblicato da: Roberto Rossi - il: 03-02-2012 15:03
bolla_tulipaniLa bolla dei tulipani, di cui si può ritrovare una citazione anche nel recente film di Oliver Stone -Wall Street: Il denaro non dorme mai – può essere considerata la prima bolla speculativa della storia. Essa infatti ebbe luogo in Olanda nel XVII secolo e, più precisamente, “scoppiò” nel 1637.

Il tulipano, che era stato importato in Olanda dalla Turchia nella metà del secolo precedente, venne subito apprezzato rispetto agli altri fiori conosciuti in Europa a quell’epoca a causa della colorazione intensa dei propri petali e delle diverse tipologie.  Ma furono anche le tempistiche di crescita dei bulbi e la presenza di un virus che ne alterava le qualità a farne divenire in poco tempo uno status symbol per gli olandesi, i cui mercanti erano tra i più attivi ed influenti e la cui economia era in netta espansione.

Prima della speculazione il costo di un bulbo di una specifica quantità era già elevato, nel 1923 poteva arrivare a costare anche 1000 fiorini olandesi. Va detto, per comparazione, che al quel tempo lo stipendio annuo di un lavoratore specializzato era di 150 fiorini ed una tonnellata di burro valeva 100 fiorini, mentre 12 pecore grasse equivalevano alla cifra di 120 fiorini. Secondo l’istituto internazionale di storia sociale un fiorino di quell’epoca aveva lo stesso potere d’acquisto di circa 10 euro nell’anno 2002.

Ma la mania dei tulipani nei primi anni del diciassettesimo secolo non riguardava solamente le classi benestanti bensì tutti gli stati sociali: tutti entrarono nel commercio dei tulipani, dai ranghi più bassi a quelli più alti. Nel 1635 fu registrata un’unica vendita di 40 bulbi per un controvalore di 100,000 fiorini (circa un milione di euro di oggi).

Negli anni successivi i tulipani divennero dei veri e propri strumenti finanziari, i contratti di acquisto e vendita ad una certa data (dei veri e propri futures di tulipani) venivano scambiati nei mercati di ogni città olandese.
Molti divennero ricchi in breve tempo, ma la mania del tulipano raggiunse il proprio picco nell’inverno tra il 1636 ed il 1637 quando alcuni bulbi, o i corrispettivi contratti che quindi erano dei veri e propri strumenti finanziari derivati, cambiavano di mano anche 10 volte al giorno.

Nel Febbraio del 1637 però non si riuscirono più a trovare compratori desiderosi di pagare prezzi sempre più alti per i tulipani e la domanda collassò in breve tempo, facendo così scoppiare la prima bolla speculativa a memoria di uomo. Il prezzo del tulipano scese quindi sui livelli antecedenti alla bolla, lasciando in mano di alcuni dei contratti di acquisto di tulipani con valore 10 volte superiore all’attuale valore di mercato, mentre altri si trovarono in possesso di bulbi che valevano solamente una piccola frazione rispetto a quanto li avevano acquistati.

Questa è stata in pratica la prima dimostrazione di eccesso di domanda che si trasforma in eccesso di offerta e che quindi genera un sentimento di panico incontrollato che fa crollare i prezzi fino al livello precedente alla bolla stessa.


Vai alla home per saperne di più sul Forex Trading online

Migliori piattaforme di Trading & Forex

eToro Deposito: 200 $
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65 e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

Lascia un commento

Non ci sono ancora commenti

Puoi essere il primo a iniziare la conversazione

I tuoi dati sono al sicuro!Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato e i tuoi dati non saranno condivisi con terze persone.

Termini di ricerca:

  • invenzione futures nella bolla dei tulipani