Il future sull’indice di borsa: aspetti generali

Pubblicato da: Roberto Rossi - il: 23-07-2012 10:28
opzioni_binarie_4I prodotti future (ossia i contratti derivati, che vengono negoziati nell’ambito dell’IDEM, Italian Derivatives Market) sono nati per facilitare la gestione del rischio, in conseguenza dell’elevata variabilità tipica dei mercati finanziari degli ultimi tre decenni. La loro denominazione discende dal fatto che la determinazione del valore di tali prodotti “deriva” dal prezzo dell’attività sottostante al contratto.
Tuttavia prima di entrare nello specifico è opportuno individuare i prodotti in base alla tipologia dell’attività sottostante:

–    Commodity derivatives: sono contratti che hanno per oggetto attività reali, quali petrolio, caffè, cereali o altro
–    Financial derivatives: sono contratti basati su attività finanziarie, che si distinguono a loro volta in derivati sui tassi di interesse, derivati sulle valute, derivati sulle azioni o sugli indici azionari.

Un altro modo per classificare questi titoli fa riferimento alle tecniche dei diversi strumenti, ossia la totalità dei prodotti derivati è ottenibile dalla diversa combinazione  di un limitato numero di operazioni “base” da cui discendono tre gruppi principali di prodotti derivati:

–    Il contratto swap, con il quale le controparti assumono l’impegno a scambiarsi flussi monetari in entrata ed in uscita e a compiere, ad una data posteriore, l’operazione inversa
–    Il contratto future, che implica un impegno inderogabile, per l’acquirente e per il venditore del contratto, ad effettuare una data prestazione alla scadenza, impegno che può essere estinto soltanto mediante un’operazione di segno contrario prima della scadenza della medesima
–    Il contratto di option, che conferisce all’acquirente, dietro pagamento di un premio, la facoltà di ritirare o consegnare una determinata attività ad un certo prezzo ed ad una data scadenza o entro la stessa.

Infine l’ultima distinzione macro è fatta in base ai mercati nei quali vengono scambiati. Infatti, esistono mercati OTC (over the counter), mercati fuori borsa e mercati regolamentati. Ad esempio gli swaps sono negoziati fuori borsa, i contratti futures in mercati regolamentati, le opzioni su entrambi.


Vai alla home per saperne di più sul Forex Trading online

Migliori piattaforme di Trading & Forex

eToro Deposito: 200 $
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74 e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

No Comments so far

Jump into a conversation

No Comments Yet!

You can be the one to start a conversation.

I tuoi dati sono al sicuro!Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato e i tuoi dati non saranno condivisi con terze persone.