I fondi pensione, elementi

Pubblicato da: Roberto Rossi - il: 17-10-2012 9:07
forex_italia 
Articolo precedente sui fondi pensione
Gestori. I fondi negoziali sono amministrati in modo paritetico dalle fonti istitutive, mala loro gestione deve essere affidata ad un intermediario finanziario quale: SIM, SGR, banca o impresa di assicurazione. Le risorse, che vengono affidate ai gestori abilitati mediante un mandato in nome e per conto del fondo,  devono essere depositate presso una banca, distinta dal gestore, che agisce da custode del patrimonio e regolatore delle operazioni, in analogia a quanto avviene per i fondi immobiliari. Mentre i fondi a contribuzione definita possono rivolgersi a qualsiasi intermediario, purchè in possesso dei requisiti patrimoniali minimi, quelli a prestazione definita devono necessariamente rivolgersi alle imprese de assicurazione;
Contributi. Per i lavoratori dipendenti sono previste tre diverse forme di finanziamento del fondo pensione: contributi a carico dei lavoratori, contributi a carico dei lavoratori e destinazione delle quote di accantonamento annuale di pertinenza del Trattamento di fine rapporto (TFR). La determinazione del di ciascuna contribuzione è oggetto di contrattazione fra le parti sociali in sede di costituzione del fondo e il contributo complessivo da destinare al fondo pensione è espresso in cifra fissa oppure come percentuale della retribuzione che viene assunta come base per la determinazione del TFR. La normativa ha sempre cercato di favorire l’utilizzo del TFR, individuando in tale strumento il volano dell’intero sistema previdenziale;
Vincoli gestionali. La norma di recepimento della Direttiva 2003/41/CE in tema di “attività e supervisione degli enti pensionistici aziendali e professionali” prevede l’emanazione di un nuovo decreto ministeriale per la ridefinizione della politica di investimento dei fondi pensione. Ne consegue che i criteri di gestione, gli investimenti e le operazioni consentite, i limiti, a detti investimenti e il comportamento da seguire nell’ipotesi di conflitto di interesse tra i soggetti coinvolti sono ancora oggi quelli contenuti nel decreto del Ministero del Tesoro n. 703 del 1996 e successive integrazioni apportate con la riforma del 2007. In generale i principi a cui si è ispirato il legislatore sono quelli di una sana e prudente gestione, di un’oculata diversificazione degli investimenti correlata alla diversificazione del rischio e di un contenimento dei costi finalizzato alla massimizzazione degli investimenti.


Vai alla home per saperne di più sul Forex Trading online

Migliori piattaforme di Trading & Forex

eToro Deposito: 200 $
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65 e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

Lascia un commento

Non ci sono ancora commenti

Puoi essere il primo a iniziare la conversazione

I tuoi dati sono al sicuro!Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato e i tuoi dati non saranno condivisi con terze persone.