Gli Exchange Traded Commodities (ETC)

Pubblicato da Luca M -
bilancia_forexGli Exchange Traded Commodities (ETC) sono titoli senza scadenza emessi da società veicolo (Special Purpose Vehicle, SPV), a fronte dell’investimento diretto nelle materie prime (ETC fisici o phisically – backed) o contratti derivati sulle materie prime. Gli ETC replicano l’andamento di panieri o di singole materie prime.
Pur essendo titoli e non fondi, gli ETC sono assimilabili agli ETF per utilizzo, logiche di investimento, struttura del mercato primario e secondario. Il prezzo degli ETC è infatti legato all’andamento del prezzo delle materie prime sottostanti grazie allo stesso meccanismo di funzionamento della creation/redemption in kind che lega il prezzo degli ETF al valore dell’indice benchmark.
Anche gli ETF non sono esposti al rischio emittente in quanto i titoli sono emessi da società veicolo con patrimonio separato rispetto alla società di gestione. Occorre tuttavia considerare da un lato la presenza di rischi, seppur limitati, dall’altra i rischi di controparte, decisamente più rilevanti nel caso degli ETC fisici, dall’altra i rischi di controparte, decisamente più rilevanti nel caso degli ETC aventi come sottostante contratti derivati negoziati over – the – conuter. Essendo il prezzo delle materie prime denominato in dollari, nel valutare l’investimento in ETC occorre sempre tenere presente il rischio di cambio.
Gli ETC replicano il prezzo di singole attività sottostanti o panieri poco diversificati. Oltre alla differenza formale sul piano della forma giuridica, la caratteristica di “concentrazione” dell’investimento li distingue anche sul piano sostanziale dagli OICR, strumenti per loro natura maggiormente diversificati.

Gli ETC sulle materie prime fisiche permettono di replicare il rendimento che idealmente si otterrebbe con l’acquisto e la custodia delle materie prime. Il prezzo degli ETC fisici replica infatti il prezzo spot delle materie prime che vengono custodite materialmente presso i caveau di una banca incaricata.

Il meccanismo di creation/redemption in kind è del tutto analogo a quello visto per gli ETF. Nel caso degli ETC fisici però la materia prima ad essere consegnata all’emittente in cambio dei titoli e ad essere consegnata dall’emittente ai partecipanti autorizzati in caso di richiesta di riscatto.
Ogni ETC controlla una quantità di materia prima specificata dall’entitlement. Questa quantità viene fissata all’emissione e si riduce con il trascorrere del tempo per un importo pari alla commissione di gestione. La società di gestione preleva infatti periodicamente una frazione della materia prima che corrisponde alla commissione di sua pertinenza.


Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.forexguida.com.

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram

Migliori Piattaforme di Trading

Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
* Avviso di rischio

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.