Chiusura borse europee 21/03/2013

Pubblicato da Luca M -

 

alt
 
Giornata da dimenticare per le borse europee, con Parigi, maglia nera, che perde l’1,21%. A pesare sulle quotazioni resta ancora la vicenda Cipriota che non accenna a migliorare. La tensione si aggrava anche a causa dell’avvertimento della BCE, che ha ammonito Cipro dichiarando che nel caso in cui non si trovi un’accordo con il FMI e l’UE entrò lunedì, non garantirà l’attuale livello di liquidità. Ma la situazione non riguarda solo Cipro, ma anche l’euro zona. Infatti un altro dato negativo viene dall’ PMI, che é calato questo mese. 
 
L’ITALIA ALLE PRESE COL PIL
 
Taglio da parte del governo per quanto riguarda le previsioni sull’economia di quest’anno, il ministro Grillo prevede un calo dell’1,3% del pil. Nel DEF (documento di economia e finanza) il governo aveva previsto un calo inferiore e nella misura dello 0,2%. Sembrano però migliorare le previsioni per il 2014, sempre secondo Grillo, il pil dovrebbe aumentare dell’1,3% contro la previsione precedente dell’1,1%. Le previsioni riguardano anche il rapporto debito/pil, che nel 2013, secondo le previsioni, dovrebbe essere del 2,4%, mentre nel 2014 si prevede l’1,7%. 
 
ATTIVITÀ SETTORE PRIVATO IN CALO
 
I dati relativi all’indice PMI si sono rivelati alquanto deludenti, 46,5, dato che lascia ipotizzare che nei prossimi mesi la recessione non si attenuerà affatto, ma anzi sarà destinata ad intensificarsi. 
 
APERTURA BORSA CIPRO
 
Oggi avrebbe dovuto aprire le porte la borsa di Cipro, l’apertura però non è avvenuta a causa del sentiment di mercato, la decisione di aprire martedì prossimo é stata annunciata dal Cyprus Stock Exchange, che giustifica la decisione affermando che tale manovra serve a: “garantire il buon funzionamento del mercato azionario e tutelare gli investitori”.
 
CHIUSURA PIAZZA AFARI
 
Territorio negativo per Piazza Affari, con il Ftse Mib che cede lo 0,19%, mentre lo spread si attesta a quota 322 punti base. 
 
CHIUSURE POSITIVE
 
  • Ubi BancA: +2,66
  • Banca Pop Emilia Romagna: +2,55
  • Finmeccanica: +1,82
  • A2a: +1,80
  • Banca Pop Milano: +1,63
 
CHIUSURE NEGATIVE
 
  • Mediolanum: -3,76
  • Parmalat: -3,30
  • Stmicroelectronics: -2,92
  • Azimut Holding: -2,60
  • Salvatore Ferragamo: -2,17


Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.forexguida.com.

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram

Migliori Piattaforme di Trading

Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
* Avviso di rischio

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.