Previsioni Euro Dollaro 2020: euro debole ancora per qualche mese

Pubblicato da: Roberto Rossi - il: 25-02-2020 9:43

L’euro ha aperto il 2020 con un trend ribassista, scendendo ai minimi pluriennali contro il dollaro rispetto ai 1,12 di apertura d’esercizio sull’EUR/USD. Questa flessione non riflette tuttavia un peggioramento dei fondamentali sottostanti, che si stanno evolvendo su scenari sostanzialmente attesi, né sembra modificare in misura rilevante lo scenario della maggior parte degli analisti sul cambio, anche al netto delle evoluzioni del coronavirus.

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

Insomma, la flessione del cambio di inizio anno è determinata soprattutto a una fisiologica normalizzazione del cross rispetto all’accelerazione di chiusura di 2019, che non è imputabile a fattori fondamentali quanto a un generalizzato indebolimento del dollaro, amplificato dagli scambi più ridotti che sono tipici di un mercato valutario di “fine anno”.

La forza del dollaro

Naturalmente, è anche bene sottolineare come l’euro sia in realtà sceso anche in virtù di una maggiore forza del dollaro, con i dati macro USA di inizio 2020 che si sono spesso rivelati più positivi del previsto.

Anche quanto appena affermato, tuttavia, non fa altro che rafforzare il fatto che la dinamica del cambio continua a manifestarsi come coerente rispetto agli sviluppi del quadro economico globale.

Dinanzi a tale scenario, la BCE, come da attese degli analisti, ha scelto di mantenere i tassi fermi (tasso refi a 0,00% e tasso sui depositi a -0,50%) confermando una politica monetaria accomodante per un periodo di tempo prolungato. Pur accogliendo positivamente la sigla dell’accordo di fase 1 tra Stati Uniti e Cina, la BCE ha specificato che l’effetto reale per l’area euro deve essere ancora valutato, e che i rischi rimangono verso il basso, anche se in misura meno pronunciata.

Previsioni EUR/USD, difficile puntare sul rialzo dell’euro

Al netto di quanto sopra, è difficile immaginare un euro rialzista nel breve termine. Ma perché?

In primo luogo, i segnali di stabilizzazione della crescita economica, pur positivi, non sono sufficienti  a indurre la BCE a modificare la propria forward guidance, soprattutto sulla base degli sviluppi di alcune condizioni globali (coronavirus in primis) che potrebbero turbare – e non poco – le prospettive di crescita del PIL.

In secondo luogo, nonostante la BCE abbia ripetuto che in caso di necessità sarebbe pronta ad ampliare ancora lo stimolo monetario, ha contemporaneamente lasciato intendere che, visto e considerato che il livello di partenza dei tassi è bassissimo (negativo), l’efficacia marginale dell’azione di policy sarebbe comunque ridotta.

Pertanto, proprio il basso livello dei tassi BCE, e il gap contro i tassi USA, è elemento di evidente debolezza per l’euro, e di forza per il dollaro. Un elemento che continuerà a esercitare il proprio impatto ancora a lungo sul cambio, con prospettive dell’euro di debolezza per almeno 2-3 mesi.

Un fine 2020 in rialzo per l’euro?

Le cose potrebbero però cambiare nella seconda parte dell’anno, periodo nel quale è possibile attendersi un modesto rafforzamento dell’euro, anche oltre quota 1,15 sull’EUR/USD.

Le ragioni di questa opportunità potrebbero celarsi nella modesta crescita economica dell’area euro nella seconda metà dell’anno, e nella possibilità che verso la fine dell’anno la Fed possa effettuare un ultimo taglio dei tassi.

Evidentemente, per poter comprendere come potrebbe evolversi il cambio, i prossimi appuntamentida valutaresaranno le prossime riunioni BCE (12 marzo) e Fed (18 marzo). In quelle occasioni si avranno infatti le pubblicazioni delle nuove previsioni macro e, dunque, una valutazione aggiornata del quadro di crescita e di inflazione, che potrebbero fornire maggiori spunti direzionali.

Per il momento, dunque, le condizioni di debolezza dell’euro dovrebbero proseguire fino ad almeno la primavera inoltrata. 0

Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

1
eToro
Deposito minimo
200$
Il nostro punteggio
10
100% Azioni - 0 Commissioni
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
Capex.com
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Piattaforma di proprietà e MetaTrader 5
Licenza: CySEC, Consob, CNMV, BaFin, KNF
Strumenti Intregrati
3
ROInvesting
Deposito minimo
215€
Il nostro punteggio
9
Licenza: CySEC / MiFID II
A.C. Milan PARTNER
Investi con Paypal
4
101Investing
Deposito minimo
250$
Il nostro punteggio
9
Licenza: CySEC
Gran numero di valute e criptovalute
Deposito min: 250 $

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Termini di ricerca:

  • mercato valutario euro dollaro notizie