EUR/USD, nuovo rialzo dopo deludenti dati ADP sull’occupazione USA

Pubblicato da: Roberto Rossi - il: 01-09-2021 14:29

Il cambio EUR/USD ha esteso i propri guadagni sopra quota 1,18 dopo che l’ADP ha riportato un aumento di soli 374.000 posti di lavoro nel settore privato statunitense, con un valore peggiore del previsto. In precedenza, l’euro aveva beneficiato di PMI positivi.

Sotto il profilo tecnico, l’indicatore RSI sul grafico a quattro ore è ora sceso di nuovo sotto 70, uscendo così dalle condizioni di ipercomprato e aprendo le porte a nuovi guadagni. Il cambio EUR/USD continua a beneficiare dello slancio verso l’alto e scambia sopra le medie mobili semplici a 50, 100 e 200. Nel complesso, i tori sono in controllo. Una discreta resistenza si trova al massimo giornaliero di 1,1813, seguito da 1,1830 e 1,1845, picco di martedì. Più in alto, 1,1860 e 1,1910 sono altri livelli che potrebbero entrare in osservazione. Il supporto critico è invece atteso a 1,1780. Più in basso, 1,1740, 1,1725 e 1,1695 sono altri livelli tecnici di rilievo.

Euro

L’indice dei prezzi al consumo principale di agosto ha raggiunto il 3% a/a e il Core CPI ha raggiunto l’1,6% nella lettura preliminare di agosto, entrambi sopra le stime. L’aumento dell’inflazione ha raggiunto il vecchio Continente e ha spinto sia Klaas Knot che Robert Holzmann della BCE a suggerire che la banca potrebbe presto ridurre il suo programma di acquisto di obbligazioni.

Ricordiamo che l’Eurotower sta comprando circa 20 miliardi di euro di obbligazioni ogni settimana. Le dichiarazioni dei due membri della BCE hanno innescato un sell-off del debito sovrano tedesco, così come quello di altri Paesi. Tuttavia, non tutti i membri del consiglio direttivo della BCE sembrano preoccupati per l’inflazione.

In ogni caso, anche se lo scenario centrale rimane pur sempre quello di confermare l’attuale policy, il fatto che si stia allargando una quota da “falco” potrebbe influenzare il meeting BCE della prossima settimana.

Dollaro

Dal canto suo, cinque giorni dopo il discorso relativamente dovish del presidente Jerome Powell al simposio di Jackson Hole, c’è ancora una certa pressione intorno al dollaro. La Fed si riunisce più tardi, a settembre, ma il rapporto Nonfarm Payrolls di venerdì è già nella mente dei trader. Prima di quel rilascio, il calendario economico di mercoledì presenta due indizi significativi.

Sul primo abbiamo già detto (ADP), con dati ben al di sotto delle stime. Sul secondo occorre invece compiere qualche precisazione: l’ISM Manufacturing Purchasing Managers’ Index potrebbe avere un impatto sostanziale questa volta – dato che il PMI dei servizi viene rilasciato solo dopo l’NFP. Gli economisti si aspettano un calo moderato sia nel titolo che nell’importante componente dell’occupazione. Questa pubblicazione potrebbe mettere a rischio il rally dell’euro.

Insomma, nel complesso c’è spazio per nuovi guadagni sul cambio EUR/USD, ma attenzione a nuove sorprese negative sul fronte macro USA.

Naturalmente, cogliamo l’occasione per ricordare a tutti i nostri lettori che è possibile investire sul cambio euro dollaro attraverso uno dei migliori broker Forex che abbiamo recensito sulle nostre pagine. Consigliamo pertanto di dare uno sguardo a tali riferimenti per saperne di più!

Scopri i migliori broker per investire sull’euro dollaro!

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.