Cambio euro dollaro: Previsioni Fine 2020

Pubblicato da: Roberto Rossi - il: 14-10-2020 10:03

Il cambio euro dollaro è il cross sul quale si concentrano i maggiori volumi di investimento da parte dei Forex trader, e anche il maggior numero di approfondimenti da parte degli analisti. Insomma, chi vuole investire in questo cambio non avrà certamente difficoltà nel trovare informazioni affidabili ed efficaci con le quali poter investire in maniera ancora più consapevole.

Ma come investire nel cambio euro dollaro alla fine del 2020?

✅ AVATRADE: Trading in sicurezza e senza commissioni su +500 strumenti finanziari con con un broker regolamentato MiFID II. MT4/5, WebTrading e Mobile APP. — Prova con un conto Demo gratuito +100.000€ virtuali  >>

AVATRADE: Trading in sicurezza e senza commissioni su +500 strumenti finanziari con con un broker regolamentato MiFID II. MT4/5, WebTrading e Mobile APP. — Prova con un conto Demo gratuito +100.000€ virtuali  >>

innanzitutto, come dimostrano gli avvenimenti di questi mesi, il cambio euro dollaro sembra essersi mosso in una direzione considerata non lo scenario principale fino a febbraio 2020, ovvero la crescita della moneta unica a discapito del biglietto verde. Tra alti e bassi, il cambio euro dollaro ha poi conservato questa direzione anche dopo una complicatissima primavera e, sulla base di tale scenario, non stupisce che da diverse parti ci si stia interrogando sull’effettivo destino del cambio, sia sul breve che nel medio lungo termine.

Detto ciò, la situazione attuale sembra essere difficilmente decifrabile per diverse ragioni.

Il primo motivo di incertezza è evidentemente rappresentato dalla questione sanitaria. Le prospettive della ripresa dalla pandemia sono incerte, e mentre si segnala un costate incremento dei contagi in Europa, e una situazione che non è mai uscita dall’area di criticità negli Stati Uniti, si guarda con crescente ambizione ai vaccini, che tra pochi mesi dovrebbero finalmente essere resi disponibili.

Il secondo motivo di incertezza è quello economico. Le economie occidentali stanno cercando, a fatica, di riprendersi dalle difficoltà. La ripresa è però discontinua, molto frammentata, con una costante alternanza di passi in avanti e di passi indietro.

Infine, c’è il terzo motivo di incertezza, rappresentato da quello politico. In questo scenario, il culmine si raggiungerà con le elezioni del presidente degli Stati Uniti d’America, il prossimo mese.

Con così tante variabili da considerare, è intuibile che comprendere come si evolverà il cambio è una vera e propria impresa. Ma cerchiamo di comprendere che cosa potrebbe accadere, e in che termini.

Le banche centrali

In questo scenario un ruolo importante lo hanno svolto, e lo svolgeranno, le banche centrali. Contrariamente al passato, dove le decisioni delle banche centrali e le relative posizioni erano spesso accompagnate da una discreta opacità, oggi giorno il comportamento di Fed e Bce è sempre più trasparente, con dichiarazioni che precedono e accompagnano ogni decisione, e con chiarezza di intenti mai così esplicita.

A nostro giudizio, nei prossimi mesi la posizione della Bce e della Fed non potrà che essere mantenuta molto accomodante. Difficilmente nel breve termine ci sarà spazio anche per un solo paventato restringimento delle politiche monetarie di riferimento, considerato che la situazione drammatica che stiamo vivendo richiede un grado di allentamento ampio e trasparente.

I governi

Alle politiche monetarie si aggiunga il tema di quelle fiscali. La tendenza generale è quella di allargare i cordoni della spesa, al fine di correre ai ripari e arginare il rischio di un ulteriore deterioramento del mercato del lavoro e della produzione.

I sussidi che nel vecchio Continente sono in applicazione e in corso di previsione dovrebbero poter garantire un discreto sostegno all’occupazione europea, in misura peraltro maggiore di questo non sia avvenuto negli Stati Uniti dove, non a caso, l’effetto negativo della pandemia sui posti di lavoro è stato molto più pesante.

Le previsioni per la fine del 2020

quanto sopra non ha potuto che impattare in misura significativa nei confronti del cambio tra euro e dollaro, con l’euro che ha espresso una forza maggiore rispetto al dollaro.

È dunque possibile che il trend ascendente del cambio euro dollaro possa proseguire ancora per un po’ di tempo, con una media 1,21 euro dollaro per dicembre 2020.

Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

Broker Caratteristiche Vantaggi Conto Demo
eToro
  • Licenza: CySEC – FCA – ASIC
  • Social Trading
  • Deposito min: 200 $
Piattaforma N.1 al mondo per il Social Trading Prova Gratis eToro opinioni
AvaTrade
  • Broker con più regolamentazioni
  • Copy trading
  • Segnali di Trading
Trading CFD e con le opzioni vanilla Prova Gratis AvaTrade opinioni
ROInvesting
  • Licenza: CySEC
  • Sponsor A.C. Milan
  • Investi con Paypal
Formazione Trader Prova Gratis ROInvesting opinioni
Markets.com
  • Trading CFD con Marketsx
  • Metatrader 4 e 5;
  • Negoziazione di azioni con Marketsi
Ampia scelta di asset e piattaforme Prova Gratis Markets.com opinioni

* Trading in CFD. Il tuo capitale è a rischio.

Termini di ricerca:

  • CAMBIO EUR DOLARO
  • cambio euro dollaro oggi
  • cambio euro/dollaro
  • euro dollaro oggi