Cambio euro-dollaro: analisi e market movers settimana 21-25 Dicembre 2015

Pubblicato da: Roberto Rossi - il: 21-12-2015 0:19 Aggiornato il: 06-01-2016 10:29

Un’altra settimana di trading nel cambio euro-dollaro è appena terminata, ed un’altra settimana di trading è già alle porte. La prossima settimana di trading, dal 21 al 25 Dicembre 2015, sarà una delle ultime settimane di trading nel mercato Forex di questo anno 2015. Ormai siamo in pratica arrivati a fine anno e per molti trader del mercato Forex è arrivato il momento di fare i conti. Sommare i profitti, sottrarre le perdite, controllare le ultime posizioni ancora aperte, aprirne nuove se necessario. Tutto questo durante un periodo di festa, dove molti trader preferiscono passare più il tempo in famiglia che dietro al mercato del Forex. Ma indipendentemente dalle scelte dei trader, il mercato Forex va avanti e chiuderà solamente per la giornata di Natale, cioè il 25 Dicembre 2015. Al contrario invece dei mercati azionari che subiranno chiusure anche per più giorni, riaprendo (almeno la maggior parte) per Lunedì 28 Dicembre 2015.

Prima di passare all’analisi tecnica e i market mover del cambio euro-dollaro per la settimana 21-25 Dicembre 2015, soffermiamoci un attimo sulla scorsa settimana di trading nel cambio euro-dollaro, ovvero la settimana dal 14 al 18 Dicembre 2015. La scorsa settimana è stata sicuramente marcata dalla misura della Federal Reserve americana di aumentare il tasso di interesse da 0.25% a 0.50%. Una mossa molto più decisa di quella ipotizzata da molti analisti, che puntavano ad un aumento al 0.375%. Eppure, nonostante questa mossa della Federal Reserve americana, il cambio euro-dollaro non ha risentito di un forte crollo e si è ripreso velocemente, fermando il repentino ribasso causato dall’aumento del tasso di interesse.

Per questo motivo la situazione nel cambio euro-dollaro rimane incerta per questa settimana di trading, ricordando che altri dati macro economici importanti verranno rilasciati proprio dagli Stati Uniti e che potranno influenzare l’andamento del cambio.

Cosa ci riserverà quindi la prossima settimana di trading del cambio euro-dollaro dal 21 al 25 Dicembre 2015? Andiamolo a vedere, iniziando proprio dall’analisi tecnica per la prossima settimana di trading, per poi soffermarci sui market mover principali per il cambio euro-dollaro.

Analisi tecnica cambio euro-dollaro settimana 21-25 Dicembre 2015

Per la prossima settimana di trading nel cambio euro-dollaro, sarà importante valutare le decisioni che prenderà la maggior parte di trader nelle prime giornate di trading, tenendo in considerazione che Martedì 22 Dicembre 2015 sarà rilasciato un importante dato macro economico, quello relativo al Prodotto Interno Lordo (PIL) degli USA. Come si può vedere dal grafico, l’euro-dollaro sta cercando di riprendersi dal passato trend ribassista iniziato a fine mese Ottobre 2015 e terminato proprio nelle scorse settimane di Dicembre 2015. Abbiamo quindi fissato i seguenti livelli di Supporto e Resistenza per la prossima settimana di trading nel cambio euro-dollaro:

  • Livello di Resistenza (linea rossa): fissato intorno al livello 1.10590, ovvero intorno alla zona degli ultimi massi del precedente corto trend rialzista iniziato nelle scorse settimane del mese di Dicembre 2015.
  • Livello di Supporto 1 (linea blu): fissato intorno al livello 1.08030, livello dove si è fermato il ribasso scaturito dalla notizia dell’aumento dei tassi di interesse da 0.25% a 0.50% dalla Federal Reserve americana. Questo livello inoltre è stato già testato come livello di supporto nei mesi di trading precedenti, come potete comodamente vedere dal grafico sottostante. Più precisamente stiamo parlando dei mesi di Giugno, Luglio ed Agosto 2015.
  • Livello di Supporto 2 (linea arancione): fissato intorno al livello 1.05160, ultimo minimo raggiunto dal precedente trend ribassista. Un livello di supporto anche già utilizzato in passato come si può vedere dal grafico, intorno ai mesi di Aprile-Maggio 2015.

analisi_cambio_euro_dollaro_settimana_21-25_Dicembre

Come potete vedere dal grafico, questi saranno i prossimi livelli di Resistenza e Supporto per la prossima settimana di trading. Le medie mobili proseguono il loro andamento, con un incrocio avvenuto nelle scorse settimane per segnalare l’inversione del trend ribassista in trend rialzista. Anche se quest’ultimo trend rialzista non è proprio forte come invece lo è stato il precedente trend ribassista. Anche la media mobile a breve termine (9 periodi) sembra aver fermato la propria salita, proprio per segnalare una fase di indecisione. Molto importante sarà vedere la reazione dei mercati finanziari ai dati relativi al PIL americano che verranno rilasciati il prossimo Martedì 22 Dicembre 2015. Anche se probabilmente potrebbe aprirsi anche un periodo di mercato laterale, proprio racchiuso tra il livello di Resistenza (linea rossa) ed il livello di Supporto 2 (linea arancione).

Analisi market mover cambio euro-dollaro settimana 21-25 Dicembre 2015

Una volta controllata l’analisi tecnica per il cambio euro-dollaro, soffermiamoci invece sui principali market movers che possono influenzare l’andamento dell’euro-dollaro per la settimana di trading dal 21 al 25 Dicembre 2015. Importanti dati macro economici sono attesi non solo dall’Europa, ma anche e soprattutto dagli Stati Uniti, con il dato del PIL Statunitense che domina la scena. Ecco qui di seguito la lista dei market mover settimanali per l’euro-dollaro:

  • Nella giornata di Lunedì 21 Dicembre 2015: I dati macro economici più importanti da tenere sotto controllo sono l’indice dei prezzi alla produzione (PPI) in Germania, l’indice sulla fiducia dei consumatori in Europa, e su suolo americano l’indice della FED di Chicago sulle attività economiche nazionali.
  • Nella giornata di Martedì 22 Dicembre 2015: Sicuramente il giorno più interessante per i principali market mover della settimana. Si inizia con l’indica GFK della fiducia dei consumatori in Germania, passando poi all’indice della bilancia commerciale extra-UE dell’Italia e arrivando ai tre importanti dati macro economici americani. Stiamo parlando della spesa per i consumi personali, i dati sulle vendite di abitazioni esistenti ed infine, l’indice relativo al Prodotto Interno Lordo (PIL) americano.
  • Nella giornata di Mercoledì 23 Dicembre 2015: Altri dati macro economici da tenere sotto controllo arrivano dall’Europa, con i dati sul Prodotto Interno Lordo (PIL) della Francia e poi il PIL dell’Inghilterra. Altri dati macro economici sono le vendite al dettaglio in Italia, più molti dati economici che arrivano dal suolo americano. Infatti dagli USA arriveranno dati come l’indice dei prezzi per la spesa personale, gli ordini dei beni durevoli, gli ordini dei beni durevoli eccetto il settore dei trasporti, le vendite di nuove abitazioni, la variazione delle scorte di petrolio e si conclude con l’indice Reuters/Michigan sulla fiducia dei consumatori.
  • Nella giornata di Giovedì 24 Dicembre 2015: I dati macro economici di questa giornata riguardano il Prodotto Interno Lordo (PIL) dei Paesi Bassi, dagli USA invece le richieste iniziali di disoccupazione, richieste continue di disoccupazione, variazione nelle scorte di gas naturale.

Vai alla home per saperne di più sul Forex Trading online

Migliori piattaforme di Trading & Forex

eToro Deposito: 200 $
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65 e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Lascia un commento

Lascia un commento

Non ci sono ancora commenti

Puoi essere il primo a iniziare la conversazione

I tuoi dati sono al sicuro!Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato e i tuoi dati non saranno condivisi con terze persone.