Cambio euro-dollaro: analisi e market movers settimana 2-6 Novembre 2015

Pubblicato da: Roberto Rossi - il: 01-11-2015 0:14

Un’altra settimana di trading di è conclusa per il cambio euro-dollaro nel mercato del Forex. Per tal motivo ci ritroviamo qui alla nostra solita analisi sui market movers principali per la prossima settimana di trading  dal 2 al 6 Novembre 2015 nel cambio euro-dollaro. Iniziamo ricapitolando la passata settimana di trading dell’eur-usd per poi focalizzarci sulla successiva, con tanto di analisi tecnica per prevedere i futuri movimenti del cambio euro-dollaro.

La settimana appena passata dal 26 al 30 Ottobre 2015 si è conclusa senza variazioni sostanziali al valore di 1.1005, quindi con una variazione del -0.10%. Anche se si è trattato di una settimana caratterizzata da una forte volatilità per il cambio euro-dollaro, che ha testato più volte il livello di resistenza posto a 1.1000. Livello di resistenza che vi avevamo già segnalato nel nostro articolo relativo all’analisi e market movers per la settimana dal 26 al 30 Ottobre 2015. Molte notizie finanziare e dati macro economici provenienti dagli Stati Uniti hanno influenzato l’andamento dell’euro-dollaro, come per esempio il crollo del PIL americano al valore di +1.5%, segnale di un forte rallentamento per l’economia americana nel terzo trimestre (dopotutto il PIL americano nel secondo trimestre aveva segnato un ottimo +3.9%).

Anche la notizia riguardante la politica economica della Federal Reserve americana e la loro intenzione di portare avanti la politica monetaria fin qui applicata (possibile rialzo dei tassi d’interessi a seconda dell’andamento dell’economia americana), ha portato ad un crollo nel cambio euro-dollaro, facendo raggiungere il minimo di 1.0894. Concluso il breve riassunto riguardante la scorsa settimana di trading nel cambio euro-dollaro, passiamo ora ad analizzare l’andamento dell’euro-dollaro per la prossima settimana di trading dal 2 al 6 Novembre 2015.

Analisi tecnica cambio euro-dollaro settimana 2-6 Novembre 2015

L’andamento generale del cambio euro-dollaro non si prospetta molto forte per quanto riguarda la prossima settimana di trading Forex. Molto è dovuto a notizie macro economiche relative alle passate settimane, che non hanno messo in buona luce l’economia europea (come il prospetto del prolungamento e rafforzamento del Quantitative Easing da parte della Banca  Centrale Europea).

analisi-cambio-euro-dollaro-settimana-2-6-novembre

Vediamo quindi di fissare i più importanti livelli di supporto e resistenza per quanto riguarda l’andamento del cambio euro-dollaro per la prossima settimana:

  • Livello di Resistenza Uno: fisso a livello 1.1000, un supporto importante poiché da questo livello, durante il mese di Agosto 2015, è iniziato un forte rialzo nel cambio euro-dollaro (che ha fatto guadagnare ben 600 pips in pochi giorni). Inoltre è il supporto su cui, proprio adesso, “poggia” il cambio euro-dollaro. E’ un livello che avevamo già impostato per la passata settimana di trading e che rimane anche per la futura settimana.
  • Livello di Supporto Uno: fisso intorno al livello 1.1100, un livello che precedentemente era un supporto molto testato dal cambio euro-dollaro. Inoltre si tratta del minimo raggiunto dopo lo scandalo Volkswagen, che ha influito negativamente sull’andamento del cambio eur-usd. Anche questo livello era stato già individuato la scorsa settimana e rimane ancora valido.
  • Livello di supporto Due: fisso al livello 1.0847, livello rappresentante il minimo precedente proprio al forte rialzo che era avvenuto nel mese di Agosto 2015. Un altro livello che avevamo già fissato per la settimana precedente di trading Forex.

Quali saranno i movimenti dell’euro-dollaro per la settimana dal 2 al 6 Novembre 2015? Risulta cruciale il giorno di Lunedì 2 Novembre 2015: il cambio euro-dollaro finirà la fase di testing della Resistenza Uno per superarla oppure per scendere verso il Supporto Uno. Per questo motivo è importante vedere l’andamento generale nella giornata di Lunedì e poi pianificare il resto della settimana. Se l’euro-dollaro supererà la resistenza e chiuderà al di sopra, è probabile che continui la risalita verso il livello di Resistenza Due. Al contrario, se fallirà la risalita e scenderà al di sotto, è probabile che il movimento ribassista settimanale continui fino a raggiungere il Livello di Supporto Uno.

Analisi market mover cambio euro-dollaro settimana 2-6 Novembre 2015

Come nostro solito, concludiamo l’analisi settimanale del cambio euro-dollaro soffermandoci sui principali market mover che possono influenzare l’andamento del cambio eur-usd. Una settimana che si prospetta più tranquilla rispetto a quella precedente, ma con notizie economiche e dati macro economici alquanto importanti provenienti soprattuto dagli Stati uniti.

  • Nella giornata di Lunedì 2 Novembre 2015: i dati macro economici a cui si deve porre attenzione sono l’indice dei direttori degli acquisti del settore manifatturiero tedesco (il cui valore per il mese di ottobre è previsto stabile al livello 51.6). Oltre all’indice ISM dei direttori degli acquisti del settore manifatturiero americano (previsto in calo da 50.2 al livello di 50.0).
  • Nella giornata di Mercoledì 4 Novembre 2015: dati macro economici importanti arrivano dagli Stati Uniti con la variazione dell’occupazione non agricola (previsione intorno ai 180K contro i 200K del mese precedente) e l’indica ISM non manifatturiero (previsto in calo a 56.5).
  • Nella giornata di Venerdì 6 Novembre 2015: altri dati macro economici provenienti da suolo americano, questa volta i dati mensili sul lavoro. Si tratta della disoccupazione (attesa stabile intorno a 5.1%) e delle buste paga del settore non agricolo, previste in rialzo a 182K contro i 142K del mese precedente.
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis

Migliori piattaforme di Trading & Forex

eToro Deposito: 200 $
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65 e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Lascia un commento

Lascia un commento

Non ci sono ancora commenti

Puoi essere il primo a iniziare la conversazione

I tuoi dati sono al sicuro!Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato e i tuoi dati non saranno condivisi con terze persone.