Vuoi guadagnare nel trading? migliori strategie di trading online

Pubblicato da: Roberto Rossi - il: 22-10-2012 20:26 Aggiornato il: 02-02-2016 10:06
Investire nel trading online significa seguire il mercato e conoscere le tecniche giuste per farlo. Purtroppo non ttutti i trade sono propensi a questo. Gli aspiranti trader si fiondano senza pensarci e iniziano ad investire in modo irrazionale e sbagliato.
Questo atteggiamento non solo porta all’esaurimento del loro conto, ma crea anche una sfiducia nella possibilità che attraverso il trading si possano concretamente ottenere dei guadagni con il trading online.
trading-online-come iniziare
A tal proposito noi proponiamo moltissime strategie di trading estremamente valide che chiunque con una minima conoscenza delle basi del trading, può mettere in pratica subito.
Purtroppo prima di iniziare a fare trading, bisogna un attimo fermarsi a pensare e a porsi delle domande:
  1. Come fare trading online?
  2. Come iniziare a fare trading online?
  3. Quali sono le migliori piattaforme di trading online?
  4. Quali sono le migliori strategie di trading online? 
La strategia di oggi si basa sugli studi di Jeff Cooper, un noto trader statunitense che ha perfezionato un indicatore che già dava ottimi segnali di investimento. Jeff Cooper è uno dei trader che seguono la tendenza di mercato, ossia, che guadagnano investendo quando una tendenza è nel suo stadio iniziale. Non sempre risulta facile interpretare il prezzo, per farlo si utilizzano svariate tecniche che comprendono sia l‘analisi del prezzo sia l’analisi degli indicatori fondamentali dell’analisi tecnica. 

Trading online: come iniziare?

guadagnare-trading-online

Il primo passo da compiere per chi vuole imparare a fare trading online e guadagnare d a casa nel migliore dei modi è quello di partire proprio dalle basi del trading.

Innanzitutto partiamo dal concetto che guadagnare con il trading online è il sogno di tutti i trader e fin qui non ci piove!

Vi sono però trade e trader, ovvero:

  1. ci sono trader che fanno profitti, ottengono dei risultati importanti sia nel breve che nel medio o anche nel lungo periodo e riescono a vivere di trading; 
  2. ci sono trader che non riescono neanche a portare a casa i loro stessi soldi investiti, anzi ottengono delle perdite clamorose. Perché? Sbagliano la strategia da adottare.

A Questo punto vi potreste chiedere: ma allora quali strategie stanno adottando per guadagnare così tanto? La vita del trader è sicuramente un sogno per pochi ed un miraggio per tanti e da qui a breve ve ne potrete accorgere; sono solo i trader più tenaci e con tanta e tanta pazienza che alla fine riescono a portare a casa i migliori risultati.

Quindi una volta premesso questo, passiamo a vedere quali sono le caratteristiche che un tarder deve possedere per iniziare a fare trading online;

  • Non esiste il guadagno facile.

Questo è un concetto molto importante che se non viene spiegato e fatto comprendere ai trader e inutile anche proseguire con le future spiegazioni.

Tantissimi trader iniziano perché pensano che fare trading online sia una cosa facile veloce e molto redditizia. Niente di più sbagliato! Dal lato opposto ci sono trader che hanno ottenuto risultati fantastici, senza segreti o particolari strategie. Hanno solo avuto molta pazienza, hanno saputo aspettare ma sopratutto hanno studiato tantissimo applicando alcune tecniche di base che sembrano banali ma che sono molto importanti per avere successo.

  • Individuare una tendenza

Il mercato va seguito giornalmente, esistono dei cicli economici, delle tendenze primarie, secondarie e di breve periodo. Tali tendenze vanno isolate e seguite. Si inizia per prima cosa ad individuare il ciclo economico in cui ci troviamo, poi si passa ad individuare la fase del ciclo ( fase orso-fase toro ), infine, si individua la tendenza attuale.

Ovviamente questo atteggiamento implica un’attenta e costante analisi del mercato attraverso l’utilizzo di trend line che indichino le varie fasi del prezzo.
  • Investire nel medio termine
Il medio termine è piuttosto soggettivo, molti per medio termine intendono non tanto un arco di tempo quanto un particolare tipo di tendenza. Si può definire di breve termine una tendenza intermedia, ossia, il movimento di controtendenza che caratterizza le due fasi del ciclo economico. Tuttavia vi sono trader che intendono come medio termine le tendenze che si verificano settimanalmente.
  • Come Investire nel breve termine
Mentre gestire investimenti nel medio-lungo termine è estremamente semplice, gli investimenti a breve termine risultano essere molto complessi data la difficoltà che si trova nell’analizzare il mercato in quest’ottica.
I movimenti di breve termine, pur seguendo delle tendenze, non rispecchiano lo schema chiaro e ben definito del lungo periodo. Per questo motivo l’individuazione di una tendenza di breve termine risulta complessa e poco accurata se non con l’ausilio di strumenti atti a valutare sia la forza sia la direzione della tendenza.
  • L’indicatore ADX
Cooper utilizza l’indicatore ADX per stabilire la forza di una tendenza, purtroppo tale indicatore ci da solo informazioni riguardo la forza o la debolezza di un trend, ma non ci dice nulla sulla sua direzione. Per questo motivo Cooper ha modificato tale indicatore aggiungendo altri due parametri: +DI e -DI. Tali parametri consentono non solo di individuare l’inizio di una tendenza, ma anche di conoscerne la direzione.
Quando acquistare: il trend deve essere prima di tutto forte, per questo motivo dobbiamo porre particolare attenzione all’indicatore ADX, che deve necessariamente essere sopra i 25-30. Inoltre il +DI deve essere superiore al -DI.
Quando vendere: le condizioni riguardo la forza del trend rimangono invariate come sopra, l’unica cosa che cambia è il rapporto tra +DI e -DI, in questo caso il -DI deve essere superiore al +DI.

Cos’è il trading online?

cos'è-trading-online

Sono oltre 10 anni che sentiamo parlare di TOL (trading online), ovvero un nuovo sistema finanziario che si basa sulle capacità di internet che permette ai trader di guadagnare con operazioni di vario tipo; queste operazioni consistono nella compravendita di:

  • Titoli azionari;
  • materie prime;
  • valute;
  • obbligazioni;
  • fondi di investimento;
  • ETF;
  • ecc.

Grazie a questo strumento, oggi, i trader possono effettuare operazioni di trading, stando comodamente a casa attraverso un personal computer, o altro dispositivo dotato di connessione internet.

Tutte queste operazioni garantiscono una forte riduzione dei costi di commissione a carico del trader in quanto non ci sono spese di commissioni.

Ma quali sono i vantaggi del trading online? 

Fare trading online è molto conveniente, sopratutto se si considera che oltre all’azzeramento delle spese di commissione, gli investitori possono anche beneficiare di maggiori informazioni sui titoli, in monitoraggio continuo dei titoli, studiare i grafici in modo da poter poi avere una migliore possibilità di investire in tutta sicurezza.

Solitamente il trading online viene offerto dai cosidetti broker finanziari, ovvero delle società private che ti permettono attraverso una loro piattaforma di fare investimenti in borsa, di trarre vantaggio dalle speculazioni finanziarie, ecc.

Badate bene, però al fatto che queste sono tutte attività finanziarie ad alto rischio, quindi bisogna avere alle spalle un ottima formazione, ma sopratutto bisogna conoscere bene tutte le specifiche nel momento per investire nel trading.

Come si fa trading online? opinioni, commenti e piccoli accorgimenti

Per fare trading online,bisogna possedere degli strumenti tecnici e delle conoscenze tecniche. Nel primo caso abbiamo bisogno di:

  • Un computer;
  • Un collegamento internet;
  • un Account presso un broker;

Per quanto riguarda invece le conoscenze tecniche al momento non vi è una guida completa che si può comprare al di la delle chiacchiere che si vendono in giro, ma al contrario ci possono essere dei semplici condigli che qui abbiamo racchiuso su come poter fare trading, le varie opinioni dei trader che prima di noi hanno già fatto questa scelta, ecc.

Innanzitutto possiamo suddividere le tecniche di trading online in diverse tipologie, asseconda che si tratti di grandi o piccoli investimenti o anche strategie a seconda dei periodi temporali in cui si effettua il trading.

Per tanto posiamo individuare:

  • Lo scalping:

tecnica attraverso cui si effettua l’apertura e la chiusura di determinate posizioni su azioni, titoli, indici, ecc. in un arco di tempo molto stretto, che oscilla tra i 60 secondi e i pochi minuti al massimo. Scopo principale è quello di portare a casa dei profitti che avvengono nei momenti in cui vi è un maggior traffico finanziario.

Questo stile di trading è molto remunerativo ed è idoneo a tutti i trader che aprono diverse posizioni alla volta analizzando i grafici. Questa tipologia richiede tanta pazienza.

  • Daily Trading: 

In questo caso le operazioni si effettuano nell’arco di 24 ore e devono essere tenute distinte dal open trader in quanto sono operazioni che rientrano nel mercato dei titoli azionari nell’arco di un tempo casuale.

Per poter operare però attraverso queste due tecniche, il tarder ha bisogno di un piano di azione o di una strategia vera e propria. Quindi un vero trader del mercato forex o delle opzioni binarie, non passa tutto il giorno davanti al PC a investire a destra e sinistra in maniera casuale, ma suddivide la sua giornata in un modo razionale in 3 fasi:

  1. negoziazione vera e propria;
  2. pianificazione di una strategia;
  3. analisi dei mercati e dei risultati ottenuti.
  • Swing Trading 

Questa tipologia di trading viene definita come una tecnica a medio-lungo termine il quale consente di tenere aperta una posizione anche per diversi giorni con l’obbiettivo di individuare i trend ed entrare a mercato in un momento di maggiore profitto. A differenza dello scalping è molto adatto a chi non ha molto tempo a disposizione da dedicare al trading ma richiede comunque tantissima pazienza.

  • Position Trading

Infine, quest’ultima tecnica è uno stile di trading definito sul lungo periodo e quindi è possibile tenere aperte delle posizioni anche per un periodo di tempo molto lungo che arriva fino a diversi mesi o anche anni.

Per utilizzare al meglio questo stile di trading, è indispensabile conoscere in maniera approfondita l’analisi fondamentale. Anche in questo caso bisogna avere tantissima pazienza e calma e non è adatta a chi ama il rischio di una strategia rapida.

Come gestire i rischi del trading online?

come-gestire-i-rischi-trading-online

Abbiamo detto prima che il trading online è soggetto a rischi. Questo non deve spaventarci in quanto intendiamo dire solo che con il trading si corrono de rischi legati a diversi fattori. Per questo consigliamo anche prima di fare trading online con dei soldi veri di iniziare a fare trading con un conto demo offerto dai migliori broker.

Un bravo trader per tanto si riconosce dal fatto che anche nelle difficoltà, in una fase di perdita, non ha paura ed è sicuro dei suoi mezzi, in quanto ha saputo pianificare la sua strategia in maniera egregia e sa bene quando è il momento di entrare nel mercato e quando no.

Per poter gestire al meglio i rischi ed essere pronti per affrontarli dobbiamo:

  • 1)  Elaborare una strategia vincente

Questo primo passo è comune a tutte le attività, in quanto la preparazione di un piano e di una progettazione è la base strategica. Per tanto nulla si improvvisa.

Il trader principiante non ha paura quindi di fallire ma deve cercare invece di mettere a segno un’ottima strategia che gli consente di mettere nero su bianco tutte le azioni che deve compiere, senza fretta, e senza temere di perdere. Deve prima cosa di tutto vincere l’emozione. Anche se sembra una cosa facile, non lo è ed è fondamentale per garantirsi dei buoni risultati.

  • 2) definire gli obbiettivi di trading online

In questo campo rientrano alcune definizioni:

  • darsi un orizzonte temporale;
  • darsi un limite e un minimo di guadagno;
  • darsi un tempo minimo e un tempo massimo;
  • porsi degli obbiettivi che siano alla nostra portata.

Questo punto non ha bisogno di tantissime spiegazioni in quanto p molto semplice e facile da capire. Vi volgiamo però dare solo un consiglio; non puntate mai troppo in alto! Cercate sempre di rimanere con i piedi per terra e nello stesso tempo di mettere appunto una strategia tale che vi consenta di ottenere dei guadagni costanti anche se piccoli e sopratutto non scoraggiatevi mai  se all’inizio le cose non vanno come pensavate. Purtroppo ogni inizio è duro!

  • 3) Mettere in pratica il piano d’azione

A questo punto,una volta che abbiamo pianificato i nostri obbiettivi, i nostri punti base, non ci resta che mettere in pratica il tutto. Il successo dipende interamente da noi stessi; non possiamo pensare che di diventare ricchi comprando guide, ebook, ecc., perché sono solo soldi e tempo perso.

  • 4) Non improvvisare!

Molto spesso non ci rendiamo conto del pericolo che si corre quando ci avviciniamo ai mercati finanziari e abbiamo neanche la minima didea di come questi possano funzionare, o di cosa sia una coppia di valute, di come si imposta uno stop loss, di cosa sono e come funzionano i broker, ecc. Sono tutti quesiti a cui un trader inesperto non sa darsi risposta.

Per conoscere al meglio un mercato, bisogna lavorare sodo, studiare approfonditamente il mercato in cui operiamo e avere pazienza e voglia di imparare.

Quindi se non si ha esperienza ma tanta voglia di imparare la cosa migliore da fare sempre è:

  1. partecipare a seminari e webinair;
  2. leggere e apprendere dai professionisti;
  3. copiare quelli migliori di noi;
  4. mai improvvisare.
  • 5) investire al massimo il 5% del capitale

La cosa migliore per limitare le perdite se siete dei trader non professionisti è senza dubbio quella di investire una parte marginale del proprio budget.

Il nostro consiglio è di non superare mai più del 5 % del vostro capitale investito in una singola operazione.

Trading online: migliori piattaforme

Più difficile è invece andare a scegliere la piattaforma di trading online al quale andare ad affidare i propri soldi. Oramai le società offrono servizi per lo più simili e sappiamo bene che non è semplice sceglierla sulla base di:
  • tariffe,;
  • commissioni fisse (un tot a ordine eseguito);
  • commissioni variabili;
  • sistemi a scalare (più si scambia, meno si paga);
  • ecc.

Il prezzo del broker è solo uno dei tanti punti su cui dobbiamo prestare attenzione. altri punti importanti sono invece:

  • affidabilità della piattaforma;
  • gamma dei prodotti;
  • qualità dei servizi offerti;
  • assistenza clienti;
  • corsi di formazione;
  • conto demo;
  • ecc.

Sono tutti fattori determinanti nella scelta del broker anche perché non tutti i trader hanno un esperienza alle spalle o tanto meno sodi da investire in corsi di trading online.

Trading online demo

trading-online-demo-account

Infine, il modo migliore per imparare a fare trading online e testare la piattaforma è attraverso il conto demo di trading messo a disposizione dai broker in maniera totalmente gratuita.

Il conto demo può essere molto utile sia perché aiuta i trader a capire il funzionamento della piattaforma, sia perché attraverso questo è possibile sperimentare le nostre strategie, sia anche perché è molto utile per capire come funziona il trading forex o il trading binario o anche solo capire come funziona la piattaforma, senza tenere in considerazione gli strumenti finanziari più diffusi come ad esempio per il mercato forex i contratti per differenza (CFD).

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis

Migliori piattaforme di Trading & Forex

eToro Deposito: 200 $
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65 e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

Lascia un commento

Non ci sono ancora commenti

Puoi essere il primo a iniziare la conversazione

I tuoi dati sono al sicuro!Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato e i tuoi dati non saranno condivisi con terze persone.

Termini di ricerca:

  • strategie di trading online
  • trading come gestire operazioni di segno contrario