L’euro sotto analisi

Pubblicato da: Roberto Rossi - il: 05-06-2010 0:00
flag_euroLeggere l’impatto dell’Europa sui mercati internazionali sta diventando sempre più arduo. I pessimisti sostengono che la reazione del mercato ai rumors sulla gestione della riserva cinese e il contagio sui sistemi finanziari è segno evidente di una situazione fortemente instabile.

Gli ottimisti invece traggono sostegno dal fatto che i livelli critici non sono stati violati e che i mercati quindi sono stati in grado di recuperare le perdite dopo le notizie ufficiali che rassicuravano gli investitori degli ultimi giorni.

Tutta questa situazione sembra dipendere da decisioni politiche che debbono essere prese e che sono quindi la chiave del futuro successo o del fallimento dell’economia europea ed in particolare dell’euro.

L’Europa e la Banca centrale europea stanno affrontando tempi difficili che richiedono azioni rapide da parte dei governi per migliorare le loro finanze. Lo ha detto il presidente della Bce, Jean-Claude Trichet in una conferenza della banca centrale austriaca.

I timori sulla situazione finanziaria di paesi della zona euro come Grecia, Portogallo, Spagna e Irlanda hanno portato a un deprezzamento del 15% del valore dell’euro dall’inizio dell’anno e hanno reso necessario per la Bce a iniziare acquisti di debito governativo per cercare di stabilizzare la situazione.

L’intervento di Trichet è stato il seguente: “Questi sono tempi impegnativi per l’Europa e per la Bce, Ci troviamo di fronte a tensioni sui mercati finanziari, una situazione fiscale complessa in alcune parti dell’area euro e un relativo impatto negativo sull’effettivo funzionamento della politica monetaria”.

Marco Annunziata, Unicredit Group, nella sua ultima analisi ha sostenuto: “penso che la crisi greca abbia evidenziato tutti i difetti impliciti nella struttura dell’EuroZona, difetti che non sono irreparabili, ma sono in parte insostenibili. C’è una crescente presa di coscenza, non solo nei mercati, ma anche da parte degli alti ranghi della politica che l’eurozona per come è concepita al momento potrebbe non riuscire a sopravvivere” e continua “l’incapacità di aderire alle riforme istituzionali sta minando la confidenza nella moneta unica ed alcuni sostenitori sono preoccupati che l’eurozona possa non farcela ad assorbire questa crisi. Questo, sfortunatamente ha danneggiato la credibilità dell’euro come alternativa reale al dollaro USA al momento, ma la battaglia non è persa. I politici europei devono accelerare le riforme strutturali per rendere l’area più competitiva e produttiva e restaurare la stabilità e il patto di crescita con regole più credibili ed attuabili per ridare credibilità nella moneta unica europea.”

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram

Migliori Broker Trading

Deposito minimo 50$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
* Avviso di rischio
Deposito minimo NO
Fino al 3,6% annuo per depositi in EUR
Broker quotato al NASDAQ
Ampia selezione di azioni, ETF e opzioni su azioni
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100$
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
* Avviso di rischio

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.