Il mercato obbligazionario

Pubblicato da: Roberto Rossi - il: 14-01-2013 7:49 Aggiornato il: 15-09-2018 20:37
Il mercato obbligazionario può essere definito come il complesso delle operazioni aventi ad oggetto titoli di debito a medio-lungo termine. Insieme al mercato azionario ed al mercato monetario in senso stretto costituisce il mercato mobiliare ovvero “il segmento del mercato finanziario sul quale vengono scambiati i valori mobiliari, considerandosi per tali i prodotti finanziari naturalmente destinati alla circolazione”.
Da un punto di vista sistemico, i dunque, il mercato obbligazionario rappresenta un importante canale attraverso cui soggetti in surplus finanziario trasferiscono risorse a soggetti in deficit in modo diretto e attraverso l’utilizzo di strumenti suscettibili di successiva circolazione. In questo senso, tale mercato si contrappone all’insieme dei trasferimenti che avvengono invece, in modo indiretto, per il tramite di intermediari finanziari di vario tipo e attraverso forme contrattuali non negoziabili.
Venendo più specificamente agli strumenti negoziati nel mercato obbligazionario, si è già detto che il veicolo delle operazioni è rappresentato da titoli di debito ovvero valori mobiliari che incorporano un rapporto di tipo creditizio fra emittente e investitore. Attraverso l’acquisto di un’obbligazione, un risparmiatore eroga quindi un semplice finanziamento ad un soggetto prenditore, non acquisendo doveri e poteri di ingerenza nella gestione di tale soggetto. In questo consiste una delle principali differenze tra i titoli obbligazionari e i titoli azionari che invece danno lo status di socio all’acquirente, con tutti gli annessi oneri ed onori di carattere amministrativo.
A fronte di questa mancanza di facoltà gestionali, l’investitore ottiene la promessa di una remunerazione di entità predefinita e non dipendente dal livello di redditività del e soggetto emittente. In questo senso le obbligazioni fanno parte del più allargato novero dei cosiddetti titoli a reddito fisso. Per non ingenerare in confusioni, è bene però sottolineare subito che la remunerazione promessa all’investitore può essere predefinita in termini assoluti oppure in termini relativi. Nel primo caso, l’investitore conosce a priori l’entità esatta dei flussi di cassa che riceverà a fronte del prestito emesso Nel secondo caso, invece, l’investitore conosce il parametro di mercato sulla cui base saranno definiti i flussi di cassa a suo favore, ma non en conosce a priori il valore esatto.


Vai alla home per saperne di più sul Forex Trading online

Migliori piattaforme di Trading & Forex

eToro Deposito: 200 $
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65 e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

Lascia un commento

Non ci sono ancora commenti

Puoi essere il primo a iniziare la conversazione

I tuoi dati sono al sicuro!Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato e i tuoi dati non saranno condivisi con terze persone.