Volatility smile e stima del mercato valutario

Pubblicato da: Roberto Rossi - il: 29-04-2013 9:04

Analizzare il mercato di eurodollaro mediante la catena delle opzioni é una tecnica che restituisce ottimi risultati, tuttavia non sempre le chains che ogni mese vengono pubblicate sono di rapida valutazione.
In alcuni casi infatti gli interest superiori sono concentrati su strike lontani, su livelli di prezzi di esercizio “in the money” di put come di call, dove i prices “at the money”, intorno ai quali di norma sono negoziati titoli con volatilità implicita più bassa, e di più immediata interpretazione, sembrano svolgere un ruolo inferiore.
Il problema di una successione di interest significativi “disordinata” (come con le opzioni di lungo periodo che nel tempo hanno accumulato contratti sui singoli strike ,c.d.leaps.), rende più complesso distinguere il sentiment, o meglio, la strategia del mercato sottostante.
Tuttavia la “matassa” dei titoli distribuiti frattalmente può essere sciolta attraverso la correlazione del prezzo spot con la volatility smile dell’asimmetrico. La teoria rappresentata dalla curva di IVOL (sorriso di volatilità), stabilisce che quanto più ci allontaniamo dal punto “at the money” dell’opzione tanto più elevata sarà la possibilità di incontrare segmenti di mercato con più alta volatilità.
La curva che genera questo tipo di studi ricorda un sorriso e per questo é definita “volatility smile”. Stringendo sui concetti teorici, diciamo che la volatility smile descrive la relazione fra le volatilità implicite e gli strike del titolo asimmetrico.
Conseguentemente, quando una tabella titoli presenta una struttura ambigua che non sostiene l’operatività sul sottostante valutario, é possibile utilizzate le curve di IVOL di put e call per individuare l’ambito degli strike prices sui quali é collocato l’interesse del mercato.
Sulle call, il sorriso della volatilità comprende gli strike che, come quotazioni sottostanti sul forex, agiranno da resistenze del mese; i titoli put invece, sui quali scende la volatilità implicita, formano il secondo smile e dirà dove sono collocati i supporti fx di periodo.
La volatilità implicita é un indicatore leading, ovvero anticipa la tendenza futura del prezzo perchè precorre le intenzioni del mercato, per questo é consigliabile studiarla comparando i livelli di smile attuali con quelli dei mesi successivi.
Appuntamento a domani su trading blog

Vai alla home per saperne di più sul Forex Trading online

Migliori piattaforme di Trading & Forex

eToro Deposito: 200 $
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65 e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Lascia un commento

Lascia un commento

Non ci sono ancora commenti

Puoi essere il primo a iniziare la conversazione

I tuoi dati sono al sicuro!Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato e i tuoi dati non saranno condivisi con terze persone.

Termini di ricerca:

  • smile di mercat o
  • strike fx volatilità
  • volatility smile