Scegliere il broker

Pubblicato da: Roberto Rossi - il: 10-06-2013 8:04


Uno dei principali interrogativi, quando si sta pianificando un’investimento sul mercato mobiliare é : a chi sto affidando il mio capitale ? e’ una domanda naturale e legittima, ciononostante resta solidamente tutelata dalla legge del luogo in cui il broker con il quale si intende tradare ha la sede legale.

La giurdizione sugli scambi dei titoli e sulle transazioni legate ai mercati liberi non standardizzati é implicita nel sistema giuridico che regola l’attività locale di intermediazione dei valori di borsa. Pertanto, in America , come in Inghilterra e in Italia sono preposti organi istituzionali di controllo della legalità degli atti compiuti dai brokers e dai traders.

E’ chiaro che in tutti gli ambiti delle esperienze umane esistono settori più o meno affidabili rispetto ad altri, quindi anche la preferenza per un broker può rivelarsi relativamente vantaggiosa in funzione della società di intermediazione scelta.

Dunque, qualunque sia l’azienda con la quale intratterrete una relazione finanziaria non esistono garanzie assolute, d’altronde anche quando depositiamo in banca la situazione é praticamente la stessa.

In particolare, parte del saldo delle somme collocate in un conto trading é comunemente protetto, e ciò avviene di riflesso e per analogia con le guarentigie poste a tutela dei depositi bancari, nel caso di sofferenze generalizzate e fallimento della società di brokeraggio.

Ciò in osservanza dei principi legislativi che negli ultimi venti anni hanno gradualmente abrogato la separazione tra banche d’affari e banche di risaparmio, oggi sottoposte alla disciplina di un’unica materia, regolata da Testo Unico bancario. Negli anni 30 a tale separazione fu ascritta la ragione del crollo dei listini azionari nel 1928.

Un suggerimento è raccogliere quante più informazioni possibili attraverso internet e traders più esperti, ma la grande trasparenza del settore facilita in ogni caso l’indagine necessaria per effettuare una decisione valida.

D’altra parte, nel caso in cui si volesse aumentare il controllo sul capitale, é possibile destinare una percentuale dei propri soldi ad un broker e la rimanenza ad un altro, diversificando in tal modo il portafoglio investimenti. Inoltre, si può ritirare subito quanto guadagnato,lasciando a saldo solo il necessario per lavorare.

Qualunque sia l’entità depositata, il denaro é sempre tutelato, sia dal lato penale e che da quello civile quando non siano state osservate le normative previste dalla Consob e degli altri organismi internazionali di vigilanza che attribuiscono ai brokers il diritto di esercitare l’attività di intermediazione.

Tuttavia , é opportuno ricordare che un broker non trae alcun vantaggio dalla chiusura di un conto. I guadagni degli intermediari di borsa giungono dallo spread e dal numero di operazioni effettuate, per il resto il denaro si trasferisce da un trader all’altro in una competizione che premia l’intuizione,la preparazione ed il calcolo.

Appuntamento a domani su trader blog

Vai alla home per saperne di più sul Forex Trading online

Migliori piattaforme di Trading & Forex

eToro Deposito: 200 $
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74 e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Lascia un commento

No Comments so far

Jump into a conversation

No Comments Yet!

You can be the one to start a conversation.

I tuoi dati sono al sicuro!Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato e i tuoi dati non saranno condivisi con terze persone.