Fiducia consumatori Gran Bretagna – 14 giugno 2010

Pubblicato da: Roberto Rossi - il: 14-06-2010 13:25
Guadagnare investendo da casa ? Con la rivoluzione del Social Trading vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare automaticamente dal loro portafoglio. Conto Demo gratuito per provare senza spendere 1€ Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

Guadagnare investendo da casa ? Con la rivoluzione del Social Trading vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare automaticamente dal loro portafoglio. Conto Demo gratuito per provare senza spendere 1€ Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

flag_GBP_FOREXNelle prime battute della nuova settimana di contrattazioni la sterlina pare essersi abbastanza ripresa dal colpo di venerdì, quando sulla moneta britannica si sono abbattuti i dati negativi sulla produzione industriale nel regno di sua maestà. Un calo su base mensile ad aprile dello 0,4% era, peraltro, del tutto inatteso. Gli esperti prevedevano un movimento della stessa entità, ma di segno opposto. Di poco si sono sbagliati, invece, nel valutare la variazione anno su anno su anno: +2,2% in luogo del +2,1% effettivo.

Su questi dati la sterlina ha perso posizioni in chiusura della scorsa settimana, ritrovandole però sin da lunedì nei confronti del dollaro, mentre ha continuato a perdere sull’euro. La moneta unica appare più forte e rinvigorita dalle ultime letture del quadro macroeconomico, mentre quella inglese ha ancora qualche possibile campanello d’allarme a breve da dovere affrontare. Come, ad esempio, la fiducia dei consumatori di maggio, che sarà diffusa martedì 15 giugno e prevista in calo a 72 punti dai 74 del mese precedente.

Proprio mentre il dato americano, elaborato dall’Università del Michigan, raggiunge quota 75,5 punti, ovvero il massimo da due anni e mezzo, battendo le aspettative degli analisti.

Il Regno Unito, inoltre, tra i Paesi più sviluppati è l’unico ad affrontare il problema di un’inflazione fuori controllo, con i prezzi al consumo cresciuti del 3,7% nell’ultimo anno, un livello che non si vedeva dall’agosto del 2008 e che si avvicina al doppio di quanto programmato dalla Banca d’Inghilterra (+2,0%). Ciononostante l’istituto centrale ha lasciato i tassi inalterati la scorsa settimana, tentando l’azzardo di prolungare ancora la politica del denaro facile che condivide con Stati Uniti, Eurolandia e Giappone, per consolidare la ripresa.

Migliori piattaforme di Trading & Forex

eToro Deposito: 200 $
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 250 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
IG Markets Deposito: 0€
Licenza: FCA / CONSOB
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65 e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Lascia un commento

Lascia un commento

Non ci sono ancora commenti

Puoi essere il primo a iniziare la conversazione

I tuoi dati sono al sicuro!Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato e i tuoi dati non saranno condivisi con terze persone.