Pil Nuova Zelanda – 21 settembre 2010

Pubblicato da: Roberto Rossi - il: 21-09-2010 14:06
flag_Australia_FOREXGiganti in via di sviluppo (leggasi India e Cina) a parte, agli antipodi ci sono i Paesi che si sono mostrati più al riparo dalla crisi economica globale. La Nuova Zelanda e l’Australia hanno conservato sostanzialmente un trend di crescita continuo, pur ridimensionato.

Le  prospettive per i principali Paesi oceanici sono di un prosieguo sulla strada della ripresa, ma come ovunque le previsioni vanno un po’ deteriorandosi rispetto a qualche mese fa. Secondo la media compilata tra dieci diversi studi dal New Zealand Institute of Economic Research, nell’anno che si chiude a marzo 2011 il Pil dovrebbe crescere del 2,8 per cento. Meno, dunque, di quanto si prevedeva a giugno (+3,2%), ma più di quanto ci si attende per il periodo aprile-giugno, ovvero il primo trimestre dell’anno così calcolato.

La pubblicazione è prevista per mercoledì, nella serata italiana. Su base annua la crescita è attesa al 2,5%, nettamente più alta rispetto al trimestre passato (+1,9%), trimestre su trimestre è atteso un incremento dello 0,7%, leggermente più elevato di quello precedente (+0,6%).
Riviste al ribasso anche le previsioni per il 2012, +3,1% da +3,3%, mentre nel 2013 la crescita del Prodotto interno dovrebbe calare nuovamente al 2,6 per cento.
La Nuova Zelanda attende questi dati mentre la sua moneta è ai minimi da cinque mesi rispetto a quella australiana (a quota 76,80), che procede spedita anche contro il dollaro americano, rispetto al quale è ai massimi da due anni.
La valuta australiana si avvantaggia delle previsioni sul prossimo meeting della Banca centrale, che dovrebbe procedere ad aumentare il costo del denaro per contenere le pressioni inflazionistiche in arrivo dal settore minerario. Mossa che in Nuova Zelanda non si dovrebbe registrare, invece, prima dell’anno prossimo.

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>


Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

1
eToro
Deposito minimo
200$
Il nostro punteggio
10
100% Azioni - 0 Commissioni
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
Capex.com
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Piattaforma di proprietà e MetaTrader 5
Licenza: CySEC, Consob, CNMV, BaFin, KNF
Strumenti Intregrati
3
ROInvesting
Deposito minimo
215€
Il nostro punteggio
9
Licenza: CySEC / MiFID II
A.C. Milan PARTNER
Investi con Paypal
4
101Investing
Deposito minimo
250$
Il nostro punteggio
9
Licenza: CySEC
Gran numero di valute e criptovalute
Deposito min: 250 $

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.