Prezzi produzione UK – 4 novembre 2010

Pubblicato da: Roberto Rossi - il: 04-11-2010 14:52
flag_GBP_FOREXAnche la sterlina rinnova I suoi massimi nei confronti del dollaro, raggiungendo quota 1,6213 per la prima volta dalla fine di gennaio. L’andamento del cambio della moneta britannica è figlio della decisione annunciata mercoledì da parte della Bank of England di lasciare ancora inalterati allo 0,50% i tassi di interesse.
All’indomani delle nuove mosse della Banca centrale americana sul “quantitative easing”, con l’annuncio di acquisti di titoli per 75 miliardi di dollari al mese, le determinazioni della BoE rimarcano la distanza tra il momento dell’economia britannica e quella americana, la cui tenuta appare maggiormente in difficoltà. Tutti gli indicatori del mese di ottobre hanno mostrato un Regno Unito particolarmente solido.
Ma la decisione assunta oggi dalla Banca di Inghilterra arriva alla vigilia dei dati sui prezzi alla produzione, che daranno un’ulteriore riprova di un livello inflativo sostanzialmente incompatibile con un livello dei tassi così basso ancora a lungo. I prezzi “output”, in uscita dalle fabbriche, vengono indicati al +4,4% annuo a ottobre, in linea col dato del mese precedente. Dovrebbe rallentare, però, il dato mensile dell’incremento: +0,2%, in luogo del precedente +0,4 per cento.

Forte rallentamento, invece, per i prezzi “input”, quelli dei singoli fattori inseriti nei processi produttivi, che essendo in buona parte di importazione (specialmente per quanto concerne la componente energetica) hanno in misura notevole sofferto dall’inizio della crisi il deprezzamento della moneta britannica. A ottobre si dovrebbe passare dal +9,5 al +7,3 per cento su base annua. Un passo indietro rilevante, ma i livelli di incremento dei prezzi restano ancora molto alti potrebbero complicare la strada della ripresa in Gran Bretagna.


Vai alla home per saperne di più sul Forex Trading online

Migliori piattaforme di Trading & Forex

eToro Deposito: 200 $
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: 250 $
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 65 e l'89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD.

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

Lascia un commento

Non ci sono ancora commenti

Puoi essere il primo a iniziare la conversazione

I tuoi dati sono al sicuro!Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato e i tuoi dati non saranno condivisi con terze persone.