La crisi: La maglia nera dell’evasione fiscale

Pubblicato da: ForexAdmin - il: 30-03-2012 9:05

La maglia nera dell’evasione fiscale

 

Scritto da: Alfredo Di Stasi

alt
Si fa quel che si può per fronteggiare la crisi, anche, e soprattutto, trovare un secondo lavoro in nero. È infatti questo dato che è emerso nell’ultimo rapporto Eurispes sull’economia sommersa italiana. Il dato preoccupante risulta essere quello relativo al comportamento del 35% dei lavoratori dipendenti, costretti ad avere un doppio lavoro, in nero, per far quadrate i bilanci, per arrivare alla ormai fatidica soglia, tanto sudata, della fine del mese.
 
 
Ed ecco che si scoprono gli altarini e i risultati, non del tutto nuovi per molte famiglie, vedono ben 6 milioni di lavoratori dipendenti occupati per altre 4 ore giornaliere in un secondo lavoro in nero. Ma cerchiamo di trasformare in euro questi numeri: 6 milioni di lavoratori per 4 ore giornaliere per 250 giorni all’anno fanno 91 miliardi di euro. Ecco la cifra percepita in nero dai 6 milioni di lavoratori che, per arrivare a fine mese, sono costretti a fare due lavori.
 
I dati dell’ Eurispes non si fermano qui, sembra, infatti, che la cifra astronomica sia solo una piccola parte di ciò che si perde nell’universo dell’evasione fiscale.
La cosiddetta economia sommersa ha fatto registrare nel 2011 ben 540 miliardi di euro che non sono entrati nelle casse dello stato, è proprio vero che se tutti pagassero le tasse le tasse ripagherebbero tutti, anche se, alla luce degli ultimi fatti, e cioè quelli che vedevano anche alcuni politici approfittare delle casse dei partiti, sembra che non siano solo i normali cittadini ad evadere le tasse.
 
Ma continuiamo con i nostri numeri: la cifra evasa relativa al 2011 equivale al 35% del Pil ufficiale e risulta addirittura in crescita rispetto al 2010 in cui la cifra stimata si fermava a 529 miliardi di euro.
Cerchiamo di fare qualche calcolo per far quadrare un po’ i conti e stabilire una divisione in ” settori produttivi ” dell’astronomica cifra del 2011:
 
  • 540 miliardi di economia sommersa
 
  • Lavoro sommerso 53%
 
  • evasione fiscale delle imprese 29,5%
 
  • Economia informale 17,6%
 
  • Ripartiamo la cifra considerata ( 540 miliardi ) secondo le categorie che riescono, con tanto impegno, a generarla:
 
  •  Immigrati clandestini 10 miliardi e mezzo
 
  •  Immigrati regolari 12 miliardi
 
  • Pensionati ( di cui 2.320.000 lavorano in nero ) 43,5 miliardi
 
  • Casalinghe ( 8,5 milioni ) 12,6 miliardi
 
  •  Imprese italiane 156 miliardi
 
  • Nero immobiliare 93 miliardi
 
  • Economia criminale 200 miliardi 
 
Ecco le somme, più o meno esatta, derivanti dalla ripartizione della cifra evasa calcolata dall’ Eurispes. Insomma un’altro vanto del bel paese, che potrebbe funzionare benissimo se solo si facesse un po’ più di attenzione sia agli enormi sprechi della politica sia alla continua evasione fiscale, che risulta anche essere, almeno per la classe dei lavoratori dipendenti e dei pensionati, una scelta forzata per arrivare a fine mese.


Vai alla home per saperne di più sul Forex Trading online

Migliori piattaforme di Trading & Forex

Miglior broker Licenza broker Deposito minimo Recensioni Iscriviti subito
CySEC 50 $ Opinioni eToro
stelle
Prova Ora
CySEC 100€ Opinioni Markets
stelle
Prova Ora
CySEC 100 € Opinioni 24Option
stelle
Prova Ora
CySEC, MiFID 250 $ Opinioni ITRADER
stelle
Prova Ora

* Your capital is at risk (CFD service)

eToro

1
eToro
  • Licenza: Cysec
  • Deposito minimo: 50€
  • Social Trading / Copy Trading
Opinioni eToro Vai al sito

Markets

2
Markets
  • Licenza: Cysec
  • Deposito minimo: 100€
  • Trend dei Trader
Opinioni Markets Vai al sito

24Option

3
24Option
  • Licenza: Cysec
  • Deposito minimo: 100€
  • Conto demo gratuito
Opinioni 24Option Vai al sito

ITRADER

4
ITRADER
  • CFD su Forex, indici, materie prime, azioni e criptovalute
Opinioni ITRADER Vai al sito

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento

No Comments so far

Jump into a conversation

No Comments Yet!

You can be the one to start a conversation.

I tuoi dati sono al sicuro!Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato e i tuoi dati non saranno condivisi con terze persone.